Archivi tag: lievito

Pane Bianco o Pane Integrale?

Il pane è l’alimento più diffuso sulle tavole degli italiani: nonostante negli anni il suo consumo sia diminuito resta sempre uno dei cibi più amati; ma è meglio scegliere il pane bianco o quello integrale? E quali sono le quantità giuste da assumere?
A queste e ad altre domande dà una risposta, il dottor Andrea Ghiselli dirigente di ricerca dell’Inran (Istituto nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione).

Il pane è un alimento costituito da carboidrati complessi, proteine e fibre e, come spiega il dottor Andrea Ghiselli, i carboidrati presenti nel pane sono ad alto contenuto glicemico per cui sarebbe meglio consumare pane integrale e comunque in quantità limitata per non rischiare di alzare il livello della glicemia.

Sulla quantità giornaliera di pane, Ghiselli spiega che non è possibile stabilire delle linee guida generali in quanto dipende dal fabbisogno energetico; in ogni caso, gli esperti hanno individuato tre fasce di fabbisogno energetico per spiegare meglio come relazionarsi al consumo di pane anche se, sottolineano, si tratta di linee guida puramente indicative.

  • Prima fascia: 1.700 calorie al giorno per i bambini oltre i sei anni, donne anziane, di piccola statura e sedentarie; tre porzioni di pane da 50 grammi l’una.
  • Seconda fascia: 2.100 calorie al giorno per adolescenti femmine, donne e uomini adulti con lavoro sedentario; quattro o cinque porzioni da 50 grammi.
  • Terza fascia: 2.600 calorie al giorno per adolescenti maschi e uomini adulti con lavoro non sedentario o che praticano una moderata attività fisica; fino a sette porzioni di pane da 50 grammi l’una.

Ovviamente, il rapporto cambia, ovvero diminuisce, se durante la giornata vengono consumate anche pizza, pasta e patate.

In generale, gli esperti consigliano di mangiare pane integrale perché il suo indice glicemico è inferiore, tuttavia la scelta deve essere fatta valutando la dieta complessiva; spiega, infatti, il dottor Ghiselli:

Dal punto di vista puramente teorico è meglio il pane integrale che contiene più fibra e meno amido, quindi il suo indice glicemico è inferiore. Tuttavia se prendiamo pane integrale e marmellata, facciamo una cosa peggiore che se prendiamo pane bianco e broccoletti. Perché è la dieta complessiva che comporta un significativo aumento o diminuzione della glicemia

Ancora: è vero che il mangiare il pane con il lievito gonfia e fa ingrassare? Ghiselli asserisce che è una convinzione falsa, ma ammette che il lievito rende l’amido del pane più digeribile e quindi fa alzare prima la glicemia, ma basta mangiarne meno per limitare i danni. Per quanto riguarda le calorie, invece, attenzione alla crosta: contendo meno acqua, a parità di peso contiene più calorie della mollica.

(Fonte www.dietaland.com)

Annunci

Cibi che possono Ridurre gli Stati Depressivi

Stress causato da carichi di lavoro pesanti può favorire l’insorgere della depressione.
Di conseguenza ci si sente tristi, spesso stanchi a causa anche dei disturbi del sonno.

Si può superare la depressione con l’uso di farmaci, con la psicoterapia ma anche in maniera più sana aumentando i nutrienti del cervello.

Ecco 5 alimenti che possono ridurre la depressione secondo NaturalNews:

L’olio di pesce
Sulla base di uno studio del 2002, presentato all’Archives of General psichiatry, si suggerisce che le persone depresse spesso siano carenti di alcuni acidi grassi noti come EPA fondamentali per l’organismo.
L’olio di pesce è ricco di acidi grassi omega-3 che possono aumentare gli Epa nel corpo. Non li troviamo solo nelle noci ma anche nei semi di lino, nel salmone o nel tonno.

Il riso integrale
Il riso integrale è ricco di vitamina B1, vitamina B3, e acido folico. Contiene molti minerali necessari al corpo, è ricco di fibre che migliorano la peristalsi intestinali e abbassa il colesterolo.

Lievito
Il lievito contiene vitamine B1, B2, B3, 16 aminoacidi e 14 minerali. Gli aminoacidi sono essenziali per il sistema nervoso.

Farina d’avena
La farina d’avena contiene acido folico, acido pantotenico e la vitamina B6 e B1, che può aiutare a ridurre il colesterolo, lenire e controllare lo stato d’animo del tratto digestivo.

Il cavolo
Il cavolo contiene vitamina C e acido folico. Mangiare cavolo può prevenire lo stress, infezioni e malattie cardiache, così come molti tipi di cancro, secondo l’American Association for Cancer Research.

Fare movimento la mattina con il sole
Il sole del mattino è un potente farmaco per curare la depressione

Impegnarsi in un regolare esercizio fisico almeno tre volte la settimana
Fare sport aiuta il controllo dell’umore e del pensiero in modo positivo

Guardare uno spettacolo comico
Ridere per uno spettacolo divertente è una buona medicina per la depressione. (fonte oknotizie.virgilio.it)