Archivi tag: frutta a guscio

USA: studio rivela i benefici per la salute del consumo di Frutta a Guscio

Un recente studio condotto negli USA ha rivelato che il consumo di frutta a guscio è associato a un minor rischio di alcune patologie, tra cui le malattie cardiovascolari, il diabete di tipo 2 e la sindrome metabolica.

Ai fini dello studio, è stato considerato consumatore di frutta a guscio chi ne mangi almeno un quarto di oncia (circa 7 grammi) al giorno.

Tra i partecipanti, coloro che consumavano frutta a guscio hanno avuto una riduzione significativa dell’indice di massa corporea, della circonferenza della vita e della pressione arteriosa sistolica, in confronto a chi non ne consumava.

Lo studio ha inoltre rivelato che i consumatori di frutta a guscio avevano una prevalenza significativamente più bassa di obesità addominale e ipertensione e di sindrome metabolica. Inoltre, i livelli di colesterolo “buono” (HDL) erano più elevati.

Gli autori dello studio hanno suggerito che i dietologi dovrebbero raccomandare la frutta a guscio come parte integrante di una dieta sana ed equilibrata.
(fonte www.freshplaza.it)

Un po’ di Frutta a Guscio per eliminare il Grasso Addominale

Le ultime ricerche hanno dimostrato che una manciata di noci, mandorle e nocciole al giorno può tenere lontano la fame ed eliminare il grasso addominale. La scoperta mette in relazione per la prima volta il consumo di frutta a guscio con alti livelli di serotonina, una sostanza che riduce l’appetito, aumenta il senso di felicità ed è benefica per il cuore.

Cambiamenti nella dieta, che si accompagnano con un consumo regolare di frutta a guscio e antiossidanti possono aiutare i pazienti in sovrappeso ridurre il rischio di diabete di tipo 2 e di malattie cardiovascolari.

I ricercatori dell’Università di Barcellona, i cui risultati sono stati pubblicati sul Journal of Proteome Research, hanno detto che bastano anche solo 30 grammi di una combinazione di noci, mandorle e nocciole al giorno per ottenere gli effetti positivi sulla salute.

Durante lo studio, gli scienziati hanno messo 22 persone – con disturbi metabolici – a dieta per 12 settimane e li hanno confrontati con un gruppo di 20 pazienti che seguivano una dieta senza mangiare frutta a guscio. Quelli che consumavano 30 grammi di una combinazione di noci, mandorle e nocciole al giorno hanno mostrato avere maggiori livelli di serotonina. (fonte
www.freshplaza.it)