Archivi tag: denti

Bellezza con il Limone

Il succo di limone è prezioso anche in cosmesi:

  •  Come lozione tonificante e schiarente del viso, diluito in parti uguali con succo di cetriolo.
  • Per mani ruvide, un cucchiaio di succo con 3 gocce di olio extravergine  d’oliva.
  • Come schiarente su macchie ed efelidi
  • Come sbiancante per i denti, da usare 1 volta alla settimana.
  • Per una pulizia purificante di pelli grasse, da tamponare con un batuffolo di cotone intriso di succo di limone.
  • Per capelli lucidi e morbidi, da diluire il succo nell’ultimo risciacquo.

Jean Valnet in Cura delle malattie con le essenze delle piante consiglia di utilizzare il limone per:

  • Le lentiggini, applicare sul viso succo di limone leggermente salato.
  • Pelli grasse, passere il viso mattina e sera con ovatta imbevuta di succo di limone; lasciare asciugare 20 minuti prima di mettere la crema.
  • A coadiuvo della formazione di rughe, lavare il viso 2 volte alla settimana con il succo di limone, utile anche per schiarire il colorito.
  • Per mantenere mani morbide, utilizzare in parti uguali, succo di limone, glicerina e acqua di colonia.
  • Per denti bianchi, spazzolarli settimanalmente con succo di limone.
  • Per piedi sensibili, fare pediluvi con tiglio e frizionare poi i piedi con succo di limone.

Maschera con limone e miele per :

  • nutrire
  • schiarire la pelle, lentiggini e macchie
  • attenuare le rughe
  • chiudere i pori dilatati della pelle del viso
  •  “Sbattere un cucchiaino di miele con un cucchiaino di succo di limone; stendere sul viso e, se avete più di trent’anni, anche e soprattutto sul collo, insistendo con i polpastrelli. Dopo venti minuti, lavare molto bene con l’aiuto di una spugna imbevuta di acqua appena tiepida”. (fonte www.alimentazione-benessere.it)
Annunci

Il Bicarbonato di sodio e le sue mille Virtù

Il bicarbonato di sodio è un prodotto particolarmente, dalle mille virtù e che non dovrebbe mancare mai nelle nostre case. Possiamo utilizzarlo per alleviare piccoli malesseri fisici, per la bellezza del nostro corpo, per il nostro viso, per l’igiene personale; vediamo insieme qualche piccola “ricetta” da provare.

BICARBONATO PER ALLEVIARE PICCOLI MALESSERI FISICI

Se anche voi come me ogni tanto soffrite di afte della bocca potete mettere 3 cucchiaini di bicarbonato di sodio in una tazza di acqua, bagnare un cotton fioc e passare delicatamente sulla zona interessata dall’infiammazione. Molto utile anche nel caso di raffreddore; in questo caso è sufficiente sciogliere 2 o 3 cucchiai di bicarbonato in una bacinella di acqua bollente e poi, coprendo la testa dovrete respirare per circa 15 minuti il vapore. Non solo: il bicarbonato è ideale anche per mantenere l’alito fresco. Basta far sciogliere due cucchiaini di bicarbonato in un bicchiere di acqua e sciacquare la bocca: il risultato con questo colluttorio tutto naturale è garantito.

BICARBONATO PER LA CURA E LA BELLEZZA DI CORPO E VISO

Se avete un po’ di tempo a disposizione e desiderate rilassarvi potete sciogliere 3 cucchiai di bicarbonato nella vasca da bagno: alla fine vi sentirete molto meglio e la pelle sarà particolarmente liscia e vellutata.

Con il bicarbonato di sodio si possono creare anche ottimi scrub per eliminare le cellule morte del corpo e preparare la pelle all’arrivo della primavera; per lo scub corpo potete aggiungere 3 cucchiai di bicarbonato al latte detergente, applicare il composto su tutto il corpo e poi sciacquare sotto la doccia. E’ possibile fare lo stesso tipo di scrub (usando dosi minori di prodotto) anche sul viso e sul collo; ricordatevi di non fare più di uno scrub alla settimana (altrimenti potreste rendere la pelle un po’ troppo secca).

Il bicarbonato di sodio è utile anche quando si parla di igiene personale ed è un ottimo alleato contro la Candida o altre infezioni; basterà sciogliere nell’acqua tiepida un cucchiaino di bicarbonato e poi procedere alla normale detersione. Viene impiegato anche nei pediluvi; soprattutto nei mesi estivi il bicarbonato è in grado di donare sollievo ai piedi.

Se tra i capelli avete dei residui di lacca o altri prodotti potete aggiungere al normale shampoo un cucchiaino di bicarbonato e procedere poi al lavaggio; i capelli saranno pulitissimi. (fonte www.mondobenessereblog.com)

Gli esperti dicono che il consumo di Frutta e Verdura rende i Denti piu’ Forti

I genitori possono migliorare la salute orale dei propri figli includendo ogni giorno nei loro pasti una porzione di frutta e verdura.

L’Associazione Dentistica britannica riferisce che frutta e verdura fresca costituiscono una parte vitale di una dieta equilibrata in quanto eccellenti fonti di vitamine, minerali e fibre in maniera pratica ed efficace dal punto di vista dei costi.

L’amministratore delegato del Fresh Produce Consortium, Nigel Jenney, ha riferito: “E’ di importanza vitale prendersi cura della salute dentale dei bambini così come insegnare loro corrette abitudini alimentari. Ma ciò non significa che frutta e verdura non possano essere mangiati al di fuori dei pasti principali, anzi. Frutta e verdura rappresentano uno snack sano, pratico e di gran lunga più nutriente delle alternative elaborate che possono contenere elevati livelli di grassi e zuccheri”.

“Dobbiamo far sì che i bambini godano del vantaggio di alimentarsi con una vasta gamma di frutta e verdura fresca e fornire ai genitori la giusta motivazione affinché frutta e verdura facciano parte di una dieta equilibrata”.

Da recenti indagini risulta che gli adulti inglesi siano lontani dal consumare le cinque porzioni raccomandate al giorno di frutta e verdura. (fonte www.freshplaza.it)

Denti, Gengive e Alimentazione

La carie è il principale problema dentale negli Stati Uniti. La maggior parte delle carie è causata dal consumo continuo di zuccheri raffinati e amidi, che si mischiano alla saliva formando un acido che corrode lo smalto dei denti.
Si possono controllare le carie evitando cibi a base di carboidrati raffinati, seguendo una dieta nutritivamente equilibrata, e con un’attenta igiene orale, che comprende la spazzolatura dei denti e delle gengive. Oltre ad un’igiene insufficiente la carie può essere causata anche da infezioni, da malattie del sangue e da endocrinopatie. La pulizia degli spazi interdentali con il filo dentale dopo i pasti e le merende è una precauzione supplementare che permette di prevenire la perdita dei denti dovuta a malattie delle gengive.
Benché la carie costituisca la principale malattia dentale, un disturbo conosciuto come periodontite è responsabile della perdita di un numero maggiore di denti della carie. Tre americani su quattro vengono colpiti da problemi alle gengive di diverso tipo. L’infiammazione delle gengive inizia con la placca, un miscuglio di cibo, batteri e muco che si infiltra negli spazi tra i denti e le gengive. Questa sostanza, se non viene asportata dalla base dei denti con lo spazzolino, col filo interdentale o con la pulizia effettuata dal dentista, si indurisce e forma il tartaro che irrita e infetta le gengive.

Le sostanze nutritive possono essere d’aiuto. I bioflavonoidi, presenti negli alimenti ricchi di vitamina C sono benefici in caso di gengive che sanguinano.
Benché tutti i minerali e le vitamine siano necessari per la formazione e la salute dei denti, un’assunzione adeguata di vitamina C è specialmente utile per la prevenzione della gengivite e della piorrea dato che una carenza di questa vitamina può causare l’indebolimento e la rottura dei denti. Si ritiene che la vitamina A controlli lo sviluppo e la salute generale delle gengive: una carenza di questa vitamina sfocia spesso nell’infezione gengivale. La vitamina A è necessaria anche per lo sviluppo dentale dei bambini. I minerali importanti per la salute dei denti sono il sodio, il potassio, il calcio, il fosforo, il ferro e il magnesio. La vitamina D è essenziale per l’assorbimento del calcio. 

Una dieta variata a base di frutta fresca, verdure a foglia verde, verdure crude, e pane integrale fornirà ai denti, alle gengive e all’organismo le vitamine e i minerali essenziali per la salute dei denti.

Il fumo raddoppia il rischio di gengiviti perché deprime il sistema immunitario.
Le erbe indicate sono la larrea divaricata (per gli sciacqui in caso di mal di denti, carie e gengiviti), le foglie di salvia, la tintura di mirra (si trova nei dentifrici), i semi di cardamomo (da masticare), l’altea (infusione per i dolori alla bocca e alle gengive), la romice (gengiviti), la mirica (gengive spugnose), le foglie di noce e le foglie di aloe vera fresca sfregate direttamente sulle gengive (per irritazioni causate da dentiera o altro). I rimedi omeopatici sono Hypericum per le nevralgie, Phosphorus 6C, Salvia officinalis per l’alveolite e Mercurius solubilis 6c. I rimedi per il dolore sono Chamomilla, la tintura di Plantago majus, l’Hypericum e la Belladonna.
L’aromaterapia per la gengivite include il cipresso, la mirra e la melaleuca. (fonte www.laleva.cc)

Proteggere i Denti e conservare un sorriso smagliante con l’Alimentazione

Un sorriso che incanta è davvero difficile da trovare. Sono numerose, infatti, le persone con i denti ingialliti o macchiati, magari perché fumano, osservano una scarsa igiene orale o semplicemente non fanno attenzione a quello che mangiano. L’alimentazione, infatti, è molto importante anche nella tutela della salute della bocca. Esistono dei cibi che aiutano a mantenere i denti più bianchi. Ma quali sono e in che modo agiscono?

 

I cibi che sbiancano i denti

Tra gli alimenti che aiutano lo splendore della dentatura, ci sono la frutta, la verdura e i latticini. Ovviamente, non tutto, ma quei prodotti vegetali croccanti, come le mele, il sedano o il cavolfiore. Sono di pasta bianca, quindi non tingono e inoltre favoriscono la salivazione, che difende dagli acidi che danneggiano lo smalto. Ma c’è di più. La masticazione aiuta la pulizia dei denti.  

I cibi che macchiano o danneggiano i denti

Questa categoria è decisamente più conosciuta. In linea di massima a macchiare i denti sono le sostanze colorate, quindi quelle scure, che tendono al marrone, al rosso o al viola, ricche di zuccheri o con l’aggiunta di coloranti artificiali (per esempio le bibite gassate). Che cosa dunque evitare? Tutti i prodotti che contengono caffè o tè, ma anche il vino. Ricordiamo poi che il danno maggiore è fatto dal tabacco, sia assunto tramite sigaretta sia con quello da masticare. L’unico accorgimento che si può prendere, oltre a smettere o a limitare, è lavarsi spessissimo i denti. Infine, bisogna stare attenti anche ai farmaci: l’uso prolungato di alcuni prodotti può arrecare gravi danni, difficili da eliminare anche con l’aiuto del dentista. (fonte www.dietaland.com)

I Cibi che rendono più brillante il Sorriso

Per mantenere bianchi i denti e smagliante il sorriso, occorre stare attenti anche a quello che c’è nel piatto. Dall’americano Wake Forest Baptist Medical Center arrivano infatti raccomandazioni precise su che cosa mangiare per non intaccare il candore dei denti. Se è vero infatti che spesso è ciò che si mangia e si beve a ingiallire o ad annerire il sorriso, è altrettanto vero che alcuni alimenti possono aiutare a mantenere una dentatura bianca e in salute. Frutta e verdura croccanti ad esempio, come mele, cavolfiori, sedano, grazie alla loro azione meccanica contribuiscono alla pulizia dei denti durante la masticazione. Non solo, promuovendo la salivazione, questi alimenti proteggono dagli acidi che danneggiano lo smalto dei denti.  

Chi tiene a mostrare incisivi e canini immacolati, invece, dovrebbe stare alla larga da caffè, tè, bevande zuccherate, salsa di soia, vino e perfino dai mirtilli con il loro “minaccioso” colorito violaceo. Senza dimenticare inoltre uno dei principali responsabili di un giallognolo sorriso: il tabacco. «I piccoli accorgimenti a tavola, se adottati con regolarità, — sottolinea Raymond Garrison, odontoiatra dell’istituto statunitense — eviterebbero di ricorrere con troppa frequenza a procedure di sbiancamento che potrebbero rendere i denti eccessivamente sensibili e danneggiarne lo smalto».  (fonte www.corriere.it)