Archivi tag: capelli

Frutta e Verdura per far crescere i Capelli e Proteggerli dall’estate

Sole, vento e salsedine sono nemici dei capelli, tanto che non è raro rientrare dalle attese vacanze estive con una chioma secca e, spesso, sbiadita dai raggi solari. Diversi prodotti cosmetici promettono di mantenere i capelli idratati e lucenti durante l’estate, ma esistono anche cibi alleati della loro salute e della loro bellezza.

proteggere capelli estateAncora una volta, gli ingredienti per il benessere sono nascosti nella frutta e nella verdura.

Oltre a proteggere la pelle e a contrastare ossidazione e disidratazione, i prodotti di orti e frutteti promuovono la salute dei capelli, aiutandoli a crescere sani e forti anche quando il clima li mette a dura prova.

Il primo alleato del loro benessere sono le carote. Ricche di vitamina A, aiutano a mantenere in salute il cuoio capelluto. In estate, quando la voglia di mettersi ai fornelli può essere molto bassa, l’ideale è aggiungerle, affettate o grattugiate, a un’insalata.

Anche spinaci e biete contengono vitamina A, ma forniscono anche vitamina C. Una dieta ricca di queste verdure promuove la sintesi di sebo, una sostanza oleosa prodotta dai follicoli piliferi da cui prendono origine anche i capelli e che agisce come un vero e proprio balsamo naturale. In più spinaci e biete forniscono anche calcio e ferro, minerali necessari per la crescita dei capelli. Dopo averli bolliti possono essere ripassati in padella, ma sono ottimi anche freddi. C’è, poi, chi non disdegna l’idea di usarli per preparare dei frullati.

Un’altra strategia per stimolare la crescita dei capelli è aumentare la circolazione del sangue nel cuoio capelluto. In questo caso sono i peperoni rossi, che contengono più vitamina C di un bicchiere di succo d’arancia. Mangiarli crudi, magari insieme alle carote, evita di distruggere i nutrienti in essi contenuti con la cottura.

Fra la frutta, invece, largo ad avocado, frutti di bosco, ciliegie e prugne. Il primo è ricco di vitamina E, prezioso alleato per chi vuol far crescere i capelli mantenendoli sani. Può essere anche aggiunto a insalate e tramezzini. Frutti di bosco, ciliegie e prugne contengono, invece, bioflavonoidi, molecole dalle proprietà antiossidanti che, come la vitamina C, aumentano la circolazione del sangue nel cuoio capelluto.

Qualche consiglio per una preparazione particolare? Cucinateli in aceto balsamico con un po’ di zucchero per ottenere una crema con cui guarnire, ad esempio, il gelato, oppure aggiungete fragole tagliate a fette alla vostra insalata.

(Fonte ww.freshplaza.it)

Annunci

Una Pesca al Giorno Salva Pelle e Capelli

Cominciano ad arrivare sul mercato questi frutti, fra i più curativi della bella stagione: da mangiare ma anche da usare come impacco rinvigorente e antiossidante

pesca ricostituenteIl pesco, albero così comune alle nostre latitudini, proviene dalla Cina. Di qui giunse in Siria e poi in  Persia, paese che dette il nome alla specie, ovvero Prunus persica. Il suo frutto profumato è ricco di vitamine preziose per la salute dei tessuti: la vitamina C, la vitamina A e varie vitamine del gruppo B, oltre a minerali quali ferro e potassio.

La presenza di fibra insolubile e la capacità di stimolare la liberazione di succhi gastrici fanno della pesca un frutto eccellente per proprietà depurative, diuretiche e lassative. Per i trattamenti ricostituenti per pelle e capelli, oltre che per gustare le pesche in macedonia, vanno preferiti i frutti maturi, che racchiudono il meglio dei principi curativi: se abbiamo in casa pesche non ancora perfettamente mature, possiamo tenerle in sacchetti di carta per 2 o 3 giorni a temperatura ambiente. La carta trattiene l’umidità prodotta dalla pesca durante la maturazione e mantiene la giusta temperatura, permettendo alla pesca di maturare al punto giusto senza avvizzire.

Ottima nella macedonia

L’azione ristrutturante e rivitalizzante della pesca sui capelli e sull’epidermide (non a caso si dice “avere una pelle di pesca”!) è garantita anche dal consumo regolare di questo frutto fresco in macedonia. Ovviamente andranno preferite le pesche di coltivazione biologica, che si possono gustare anche con la buccia.

Mangiala ogni giorno per tutta l’estate

Per tutto il mese di giugno e, se puoi, per tutta l’estate, mangia due pesche al giorno in macedonia, con un cucchiaino di miele e un vasetto di yogurt naturale.

Come maschera anti caduta: rinforza la capigliatura a partire dalla radice

La polpa di pesca migliora la lucentezza e la massa della chioma, che appare più voluminosa e sana. Ecco come utilizzarla per una maschera rinforzante.

Procurati tre pesche mature, sbucciale e frullane la polpa. Aggiungi un cucchiaio di argilla verde ventilata, il succo di un limone e mescola bene. L’impacco così ottenuto si applica sui capelli e si lascia agire per almeno mezz’ora, indossando una cuffietta di plastica trasparente. Infine si sciacqua e si procede col normale shampoo. Si ripete 2 volte alla settimana.

(Fonte www.riza.it)

Il Bicarbonato di sodio e le sue mille Virtù

Il bicarbonato di sodio è un prodotto particolarmente, dalle mille virtù e che non dovrebbe mancare mai nelle nostre case. Possiamo utilizzarlo per alleviare piccoli malesseri fisici, per la bellezza del nostro corpo, per il nostro viso, per l’igiene personale; vediamo insieme qualche piccola “ricetta” da provare.

BICARBONATO PER ALLEVIARE PICCOLI MALESSERI FISICI

Se anche voi come me ogni tanto soffrite di afte della bocca potete mettere 3 cucchiaini di bicarbonato di sodio in una tazza di acqua, bagnare un cotton fioc e passare delicatamente sulla zona interessata dall’infiammazione. Molto utile anche nel caso di raffreddore; in questo caso è sufficiente sciogliere 2 o 3 cucchiai di bicarbonato in una bacinella di acqua bollente e poi, coprendo la testa dovrete respirare per circa 15 minuti il vapore. Non solo: il bicarbonato è ideale anche per mantenere l’alito fresco. Basta far sciogliere due cucchiaini di bicarbonato in un bicchiere di acqua e sciacquare la bocca: il risultato con questo colluttorio tutto naturale è garantito.

BICARBONATO PER LA CURA E LA BELLEZZA DI CORPO E VISO

Se avete un po’ di tempo a disposizione e desiderate rilassarvi potete sciogliere 3 cucchiai di bicarbonato nella vasca da bagno: alla fine vi sentirete molto meglio e la pelle sarà particolarmente liscia e vellutata.

Con il bicarbonato di sodio si possono creare anche ottimi scrub per eliminare le cellule morte del corpo e preparare la pelle all’arrivo della primavera; per lo scub corpo potete aggiungere 3 cucchiai di bicarbonato al latte detergente, applicare il composto su tutto il corpo e poi sciacquare sotto la doccia. E’ possibile fare lo stesso tipo di scrub (usando dosi minori di prodotto) anche sul viso e sul collo; ricordatevi di non fare più di uno scrub alla settimana (altrimenti potreste rendere la pelle un po’ troppo secca).

Il bicarbonato di sodio è utile anche quando si parla di igiene personale ed è un ottimo alleato contro la Candida o altre infezioni; basterà sciogliere nell’acqua tiepida un cucchiaino di bicarbonato e poi procedere alla normale detersione. Viene impiegato anche nei pediluvi; soprattutto nei mesi estivi il bicarbonato è in grado di donare sollievo ai piedi.

Se tra i capelli avete dei residui di lacca o altri prodotti potete aggiungere al normale shampoo un cucchiaino di bicarbonato e procedere poi al lavaggio; i capelli saranno pulitissimi. (fonte www.mondobenessereblog.com)

Bere Acqua migliora anche la Memoria

Idratarsi per stare bene ed essere più belli. È un consiglio che troviamo applicato a tanti aspetti diversi del nostro corpo: hai la pelle secca e opaca, forse devi bere di più. Hai i capelli stopposi, hai messo una crema idratante? E anche la cellulite può essere il frutto di un problema circolatorio che si combattete, in parte, bevendo. Ma la giusta idratazione è necessaria anche per mantenere l’attenzione e potenziare le capacità mnemoniche.

Insomma, bere per essere più belli, ma anche per migliorare le prestazioni fisiche e cognitive. Quest’ultimo aspetto è quello sicuramente che ci coglie un po’ più di sorpresa e rappresenta la vera novità. Un nuovo studio, condotto dai ricercatori della University of East London, ha verificato che la corretta idratazione permette di migliorare sia l’attenzione visiva sia la memoria. Per giungere a questa tesi, sono stati analizzati 58 ragazzini, tra i 7 e i 9 anni (scuola elementare.

Lo studio ha permesso la conferma della tesi esposta in precendenza in alcune ricerche internazionali da cui era emerso che un’idratazione insufficiente può portare vertigini e rallentamento dei tempi di risposta. Consideriamo che sono molte le persone che bevono pochissimo: il 5 percento degli italiani non tocca l’acqua nel corso della giornata.

Dall’ultima indagine, inoltre, si è scoperto che una mancanza d’acqua del 2 percento del peso corporeo comporta una significativa diminuzione della memoria a breve e a lungo tempo. Teniamo poi conto che questo fenomeno nei giovani è maggiormente probabile, perché sono più a rischio disidratazione. Il motivo? Hanno un rapporto elevato tra superficie e massa corporea.

Insomma bisogna bere, soprattutto se si è impegnati in attività che richiedono un grosso sforzo mentale, come studiare o dare un esame. Il quantitativo? Le dosi consigliate sono sempre le stesse e variano tra l’1 e i 2 libri al giorno. C’è chi ha trasformato questa misura in bicchieri,  proponendone 8 al giorno. Attenzione, inoltre, al tipo di acqua, che deve essere – in assenza di problemi particolari – ricca di sali minerali, come il calcio, molto utile per la trasmissione di impulsi nervosi, di magnesio e di sodio. Per orientarvi, è sufficiente leggere l’etichetta con la composizione. (fonte www.dietaland.com/)

Suggerimenti per la primavera. Il Menù Salva-Capelli

Primavera ed autunno uguale caduta dei capelli; un tempo di parlava di “tempo delle castagne”, ma la vera causa di questo fastidiosissimo problema sono i cambi di stagione e gli sbalzi di temperatura che ciò comporta. Oltre ad usare prodotti mirati (contengono ferro e cisteina soprattutto) si può agire sotto forma di prevenzione anche con l’alimentazione.

Per rendere la nostra chioma più forte ed elastica ed evitare una caduta massiccia sono d’aiuto alcuni alimenti, ricchi di proteine, minerali e vitamine; ecco qualche suggerimento. A pranzo consumiamo pasta integrale: fornisce vitamine del gruppo B, del tutto assenti nelle farine raffinate e molti minerali preziosi, tra cui, primo tra tutti il ferro.

A merenda via libera al consumo di macedonia: la frutta, e soprattutto i frutti di bosco e quella secca, è un’ottima fonte di vitamina E e di vitamine del gruppo B. A cena preferiamo il pesce, perchè fornisce le proteine necessarie per nutrire il fusto dei capelli ed i minerali che aiutano a fortificare la chioma. (fonte www.benessereblog.it)

Capelli Sani e Forti anche dopo le Ferie

Per avere capelli folti e luminosi basta depurarli con le erbe giuste e rinforzarli con i cibi antietà che tonificano fegato e reni

Anche i capelli possono ringiovanire

La pelle risente in maniera diretta e visibile di tutti gli stati di stress e di affaticamento psicofisico. E lo stesso vale anche per i capelli. «Capelli opachi e sfibrati, doppie punte, tendenza alla forfora e alla seborrea, chiome che si spezzano ci dicono che possono esserci problemi nei processi di assimilazione del cibo e nella sua trasformazione in energia, con conseguente deperimento organico e deposito di tossine», conferma Vincenzo Primitivo, medico specialista in medicina naturale preventiva antiage. Tutto il cibo che ingeriamo, infatti “si manifesta” all’esterno, esce allo scoperto sulla parte visibile del nostro corpo, specialmente dopo periodi di affaticamento di apparato digerente, in particolare del fegato, o in situazioni di intolleranza alimentare che hanno origine in una sofferenza dei reni, le nostre “batterie” energetiche, e si acutizzano ai cambi di stagione, come appunto accade di frequente a settembre. Ecco allora i rimedi naturali giusti.

La dieta giusta per i capelli

 

La dieta rinforzante per i capelli comprende cereali integrali e pochi zuccheri, niente sale, carne, insaccati, cioccolato. Per 2 settimane a colazione al caffé preferiamo un infuso con miele, scegliamo pane integrale e muesli al posto di biscotti e brioche. Nel corso della giornata, alterneremo all’acqua minerale i centrifugati di frutta o verdura, utili per stimolare le funzioni di drenaggio epatiche e renali. Ai pasti consumeremo verdure (crude o al vapore), zuppe e proteine vegetali (come legumi), che contribuiscono a depurare l’intestino e danno nuovo vigore alle chiome.

Con malva e menta rinforzi i capelli

 

Il primo intervento per avere capelli sani e luminosi è espellere le tossine. A tale scopo è utile un infuso preparato con 30g di radice di tarassaco, 20g di foglie di malva, 20g di polvere di curcuma, 20g di foglie di menta piperita. Fai così: metti un cucchiaio della miscela in un pentolino, aggiungi una tazza d’acqua; porta a ebollizione e lascia in infusione 15 minuti. Filtra e dolcifica con il miele. Bevine due tazze al giorno, al mattino a digiuno e dopo cena, almeno per 1-2 settimane. Perché funziona: il tarassaco, come tutte le erbe amare, stimola l’attività epatica, la malva disinfiamma l’intestino e di riflesso la pelle, la menta e la curcuma agiscono come un tonico rinforzante su tutti i tessuti. 

Shampoo per capelli deboli fai da te

 

Questo shampoo è utile per tutti i tipi di capelli, ma in particolare per quelli trattati (colorati, permanentati, ossigenati), che a settembre risultano indeboliti dall’esposizione a sole e salsedine. Si rivelerà un prezioso trattamento che stimola e depura il cuoio capelluto e rinfoltisce la capigliatura. Si prepara in casa, aggiungendo a una normale dose di shampoo neutro due gocce di olio essenziale di limone e due gocce di olio di rosmarino. Mescolare bene per emulsionare gli oli, e usare il preparato per lavare i capelli 2 volte la settimana. Perché funziona: Il limone è sgrassante e disinfettante, il rosmarino contrasta la caduta. (fonte www.riza.it)

La Natura in Soccorso dei Capelli

Grazie alle vitamine della verdura e della frutta, dei semi e degli oli vegetali; scopri i massaggi, gli impacchi e i trattamenti ideali per i tuoi capelli

Non è solo l’atmosfera inquinata cui sono esposti quotidianamente i capelli a comprometterne la bellezza e la vitalità: anche i prodotti che vengono applicati per costringerli in piega “li soffocano”, le tinture e gli acidi delle permanenti li sfibrano. Per conservare una chioma sana, folta e lucente, bisogna intervenire sul cuoio capelluto e sulla struttura del capello con un’adeguata integrazione vitaminica.

I capelli soffrono se non sono ben nutriti

I capelli riflettono lo stato di salute dell’organismo. Problemi come forfora, dermatite seborroica, fragilità, vanno letti non solo come una problematica locale, ma inquadrati all’interno della situazione di benessere generale. In questi casi è inutile effettuare trattamenti locali, se non si attua una correzione dei deficit di sostanze nutrienti. Anche la presenza di forfora o di dermatite seborroica può essere aggravata da una dieta sbagliata: per prima cosa, è fondamentale ridurre i grassi animali (burro, strutto) e i latticini (formaggi, yogurt, gelati).

Con il miglio non cadono più

L’alimentazione “amica dei capelli” richiede quote sufficienti di tutte le vitamine, in particolare A e gruppo B, tra cui l’acido pantotenico, il PABA, la biotina, la vitamina B6, da associare a minerali come il ferro, lo zinco e il selenio. Un cereale rinforzante che li contiene tutti, da consumare due volte la settimana, cucinandolo come un normale risotto è il miglio: è un toccasana anche quando i capelli sono sfibrati a seguito di permanenti o tinture. In questi casi al cereale può essere abbinata anche una integrazione di olio di miglio in perle (in farmacia o in erboristeria), una al dì per cicli di un mese.

La strategia giusta in 3 mosse

Il massaggio

Ogni mattina e ogni sera ricorda di massaggiare per 2-3 minuti il cuoio capelluto per favorire la circolazione e l’ossigenazione dei follicoli.

L’impacco

Applica una volta la settimana un impacco nutriente (vedi le ricette sotto) per rinforzare la struttura dei capelli.

Il taglio e il “riposo”

Ogni due mesi andrebbero tagliate le punte rovinate e sfibrate. Inoltre, si dovrebbero sospendere per un mese i trattamenti come decolorazioni, tinte e permanenti con ammoniaca: in questo modo i capelli si “riposano” e si rinforzano.

L’avocado se sono secchi

La chioma è spenta, senza vita e il fusto del capello termina con sgradevoli doppie punte? Il problema dei capelli secchi si può risolvere con un impacco nutritivo a base di avocado, un frutto esotico ricco di grassi indispensabili per conservare l’idratazione e l’elasticità dei tessuti.

Come fare: Schiaccia con una forchetta la polpa di un avocado maturo e applicala sui capelli. Avvolgi la testa nella pellicola trasparente e lascia agire la maschera per circa un’ora. Per potenziare l’effetto nutriente, si può aggiungere all’avocado qualche goccia di olio di ricino. Ripeti il trattamento 2 volte la settimana.

Mele e limone per quelli grassi

I capelli sono unti e lucidi, si sporcano facilmente. E più li laviamo, più si appesantiscono. In questo caso, ci sono un paio di interventi efficaci e semplici, da mettere in pratica per almeno un mese.

Prima dello shampoo: Frulla 2 mele acerbe insieme al succo di mezzo limone e friziona con il liquido tutto il cuoio capelluto. Lascia in posa per dieci minuti.

Il lavaggio giusto: Per combattere l’eccessiva produzione di sebo, dopo la frizione di mele e limone utilizza uno shampoo con estratti di ortica e crescione, ad azione seboregolatrice. Lo trovi in farmacia o in erboristeria.

In più, associa il macerato depurativo: Gli estratti di betulla svolgono un’azione disintossicante e depurativa: se la seborrea si accompagna alla forfora e alla pelle impura, può essere utile una cura con il macerato glicemico di betulla (Betulla verrucosa 1 DH) 50 gocce al giorno per qualche settimana, come trattamento di drenaggio.

Il tuorlo quando sono tinti o trattati

Colorazione e decolorazioni sfibrano i capelli, rendendoli opachi e fragili. Per restituire corpo e luminosità resta imbattibile un vecchio rimedio: l’impacco all’uovo.

Come si prepara: Miscela 2 tuorli d’uovo freschi, un cucchiaio di miele, 2 cucchiaini di olio d’oliva e 3 gocce di olio essenziale di camomilla. Distribuisci la miscela su tutta la lunghezza dei capelli. Lascia agire per mezz’ora e poi rimuovi con uno shampoo delicato. Aggiungi all’ultimo risciacquo un cucchiaio di aceto di mele, che lucida e rivitalizza.

Per tutti i capelli

Meno latticini, più semi e verdure per rinforzarli

Se i tuoi capelli sono “sofferenti”, verifica se nella tua dieta se non vi sia una eccessiva assunzione di latticini, carne e salumi. Aumenta invece l’apporto di frutta e verdura fresca e di semi oleosi (noci, mandorle, sesamo, girasole), ricchi di acidi grassi essenziali.

Ginepro e lavanda stimolano la crescita

Oltre alla dieta, associa un trattamento rinforzante: in un cucchiaio di olio extravergine di oliva miscela 2 gocce di olio essenziale di ginepro, 2 di olio di bergamotto e 2 gocce di olio di lavanda. Applica con i polpastrelli un po’ della miscela sul cuoio capelluto, massaggiando delicatamente. Aspetta mezz’ora prima di lavare i capelli. (fonte riza.it)