Archivi tag: cannella

I Cibi Aromatici fanno perdere Peso

Se andate pazze per i cibi aromatici, sappiate che da oggi avete un motivo in più per concederveli. Da una recente ricerca è infatti emerso che i cibi aromatici hanno il potere di far perdere peso, come dimostrato dallo studio olandese guidato da René de Wijk. Il segreto è molto semplice: più i cibi sono saporiti e speziati, minore sarà la grandezza dei bocconi consumati! Inoltre i cibi aromatici donano un senso di sazietà e vi aiutano a mangiare di meno. Una scoperta che apre nuove vie a tutti coloro che vorrebbero dimagrire ma che nello stesso tempo non vogliono rinunciare ai piaceri della cucina golosa e saporita.

Il risultato dello studio ha evidenziato una situazione molto semplice da comprendere. Più i cibi sono saporiti e speziati e meno se ne mangiano: il senso di sazietà arriverà prima e vi consentirà quindi di consumare meno calorie giornaliere. Stesso discorso per i cibi solidi rispetto a quelli più morbidi: dovendo essere masticati più a lungo, se ne consumano in minore quantità. Gli studiosi hanno fatto assaggiare ai volontari diverse porzioni di budino alla vaniglia, di cui modificavano di volta in volta l’intensità dell’aroma: hanno così dimostrato che, quando l’aroma era più forte i soggetti tendevano a consumare meno cibo. “Il nostro studio – ha detto lo studioso de Wijik – suggerisce che, manipolando l’odore di un alimento, si può ridurre del 5-10 per cento la dimensione del boccone. In questo modo si può imbrogliare l’organismo facendogli credere di essere sazio con una quantità minore di cibo, aiutandolo così a perdere peso”.

Perdere peso con la dieta delle spezie

cibi saporiti e speziati possono davvero aiutare a perdere peso, sia perché se ne consumano di meno ma anche perché alimenti come zenzero, peperoncino e curry riescono a stimolare il metabolismo. Non a caso, la dieta delle spezie è molto amata e seguita da tantissime persone che vogliono perdere peso. Ecco un esempio di cosa dovrete mangiare per dimagrire con gusto. Per colazione potrete consumare uno yogurt magro con un pizzico di cannella con una tazza di tè verde con dolcificante oppure 200 ml di yogurt magro scremato con 30 grammi di fiocchi di cereali e un cucchiaio di semi di sesamo. Se amate i sapori dolci, potrete consumare una fetta biscottata con una cremina di ricotta magra, miele e cannella. Come spuntino andrà benissimo una macedonia di frutta con del limone e mezzo cucchiaino di miele. Per pranzo un’insalata mista in cui non dovranno mancare carote, una mela affettata, del prezzemolo fresco tritato fine, dei capperi senza sale, un po’ di noce moscata e cannella e dei gamberetti. A cena invece, consumate una vellutata di spinaci con una spolverata con cannella e zenzero in polvere, accompagnata da verdure alla piastra condite con un cucchiaio di olio di oliva, limone e peperoncino. (fonte dieta.pourfemme.it)

Cannella: i 10 sorprendenti benefici per la nostra Salute

Chi non ama una spolverata di cannella, su una bella fetta di strudel o di torta di mele, batta un colpo! Il gusto dolce e pungente di questa profumata spezia originaria del sud-est asiatico, non è l’unico motivo per amarla. Oltre a dare quel tocco in più a torte, biscotti, frutta e bevande, la cannella offre anche molteplici benefici per la nostra salute. Infatti nella medicina tradizionale cinese, la cannella è utilizzata per combattere il raffreddore, la nausea, i virus intestinali e i dolori mestruali, nonché essere una buona fonte di manganese, ferro e calcio.

E allora vediamo nello specifico quali sono i 10 buoni motivi per aggiungere alla nostra dieta alimentare, questa preziosa spezia.

1. Regola gli zuccheri nel sangue

 Secondo uno studio pubblicato dalla rivista medica Diabetes Care, è stato dimostrato, attraverso test effettuati su soggetti con diabete di tipo 2 ai quali era stata fatta assumere una dose giornaliera di 6g di cannella, che questa riduce la glicemia, i trigliceridi ed il colesterolo LDL, ovvero il colesterolo cattivo.

2. Antibatterico naturale 

 Ha proprietà antibatteriche e anti-antimicotiche tanto da inibire la crescita di batteri e funghi come ad esempio la Candida o quelli responsabili di focolai di malattie di origine alimentare quali il batterio Helicobacter Pylori, che si insinua silenziosamente nello stomaco arrecando nausee e forti bruciori.

3. Riduce il dolore causato dall’artrite

 In uno studio condotto presso l’Università di Copenaghen, i pazienti ai quali era stato somministrato mezzo cucchiaino di cannella in polvere combinato con un cucchiaio di miele, ogni mattina prima di colazione, avevano provato un sollievo al dolore da artrite, tanto da poter camminare, dopo una settimana, senza provare alcun fastidio.

4. Previene il cancro

Può ridurre la proliferazione delle cellule tumorali, secondo quanto scoperto da una ricerca condotta presso l’Università del Texas, pubblicato sulla rivista Nutrition and Cancer. Una buona prospettiva dunque per la prevenzione del cancro e sopratutto per chi soffre di questa malattia.

5. Favorisce l’intestino

6.È una buona fonte di fibre, calcio, ferro e manganese. Dal momento che la cannella è ricca di fibra alimentare, può fornire sollievo dalla costipazione.

7. Allevia i dolori mestruali

Quando ne avete la necessità, provate a sciogliere un cucchiaino di cannella in una tazza di calda tisana rilassante.

7. È un’alleata per combattere l’infertilità

Questa spezia miracolosa infatti contiene una sostanza  naturale chiamata cinnamaldeide, che secondo diversi studi sembra aumentare l’ormone progesterone e diminuire la produzione di testosterone nelle donne, contribuendo a bilanciare gli ormoni.

8. Migliora la memoria

Secondo alcune ricerche l’aroma e il sapore della cannella agiscono come stimolante cognitivo, migliorando la memoria. Proprio per questo motivo sembrerebbe un ottimo rimedio naturale contro diverse malattie neurodegenerative, tra cui: il morbo dell’Alzheimer.

9. Rimedio naturale contro il mal di gola

Come ci suggerisce una nostra lettrice sul forum, la cannella è un ottimo rimedio per il mal di gola: basta mettere a bollire la quantità di acqua di una tazza e scioglierci dentro 2 cucchiai di miele, 2/3 di cannella in polvere (o un bel po’ di cannella grattuggiata, se avete quella a pezzi) e una manciata di pepe. Portate tutto ad ebollizione e bevete come se fosse  un  buon tè caldo. Il profumo speziato libera in un minuto tutte le vie respiratori e le proprieta antisettiche della cannella riducono l’infiammazione della gola

10 Alleata in cucina

E per finire, anche se non è proprio un beneficio per la salute, la cannella è infinitamente versatile: funziona con piatti dolci e salati, infatti molte ricette di curry e altri piatti africani includono tra gli ingredienti proprio questa magica spezia dalle antiche origini. (fonte /greenme.it)

Cannella, la spezia Antivirus

L’intestino, con la sua superficie interna di 300 metri quadrati di estensione, rappresenta la barriera di difesa più importante del corpo, contenendo circa l’80% delle cellule immunitarie dell’organismo. Per questo soprattutto d’inverno è necessario proteggere e potenziare la capacità dell’intestino di riconoscere virus e batteri e di reagire stimolando la produzione di anticorpi.

Olio essenziale dii cannella, alleato anti influenza

A tal fine è utile la cannella che, nelle diverse formulazioni di tintura madre, estratto secco e olio essenziale, è il miglior antisettico contro le influenze intestinali tipiche della stagione fredda perché stimola le naturali difese dell’organismo. Chiamata anticamente anche cinnamomo, la cannella fu introdotta in Occidente dalla Compagnia delle Indie Orientali. È un albero che emana un intenso profumo in ogni sua parte: gli oli essenziali sono estratti sia dalla corteccia che dalle foglie. Al di là dell’uso in cucina o come aroma natalizio, la cannella val la pena di essere conosciuta anche per le sue grandi proprietà terapeutiche: la cannella rientra infatti nelle cosiddette “essenze maggiori”, quelle cioè più dotate di proprietà antimicrobiche e antivirali, e l’ olio essenziale ricavato dalla sua corteccia è tra i più ricchi di aldeide cinnamica, sostanza che ne determina un’azione ad ampio spettro su batteri, funghi e virus.

Rigenera la flora intestinale danneggiata dai virus

Durante le influenze che colpiscono il sistema gastroenterico, così frequenti d’inverno, aiutiamo l’intestino a ristabilire naturalmente il proprio equilibrio. Ogni mattina assumi un vasetto di yogurt in cui avrete aggiunto 5 gocce di tintura madre di cannella: il potere disinfettante della pianta, unito al probiotico, rigenera la flora intestinale. Tonico anche per lo stomaco, il mix di yogurt e olio essenziale di cannella aiuta la digestione a riprendere i ritmi normali.

Ideale contro gli spasmi che bloccano la digestione

 Durante le forme virali di influenza o dopo un colpo di freddo, l’intestino subisce spesso spasmi e crampi che procurano dolori anche molto forti. Per calmare le contrazioni e per un veloce effetto analgesico, la cannella può essere usata sottoforma di olio essenziale per un massaggio dell’addome. Diluisci bene l’ olio essenziale (una sola goccia per due cucchiai di olio vettore), magari scaldalo leggermente sul termosifone; poi, con movimenti circolari e verso il basso, applicalo nella zona dolorante: col calore, le proprietà della cannella penetrano nel microcircolo attraverso la pelle.

È stimolante del sistema immunitario durante la convalescenza

Dopo la fase acuta dell’influenza, continua l’azione di rafforzamento delle difese almeno per due settimane, assumendo ogni sera un decotto di cannella, che favorisce anche il riposo notturno. Prepararlo è facilissimo: metti un piccolo bastoncino di cannella (due o tre centimetri) o mezzo cucchiaino di polvere in acqua fredda. Lascia bollire il tutto per due minuti. Filtra, addolcisci con miele e sorseggia la bevanda.

Precauzioni

L’olio di cannella va sempre diluito

Per sfruttare appieno e in tutta sicurezza il grande potere curativo della cannella, vanno osservate poche ma importanti regole: va usata con cautela e non per lunghi periodi, e va evitata in gravidanza e non associata a farmaci antinfiammatori di sintesi. Per uso esterno, invece, l’ olio essenziale deve essere diluito: una goccia per due cucchiai di olio di mandorle. (fonte www.riza.it)

 

Proprietà e usi della Cannella

La cannellaè molto nota come spezia in cucina per il suo uso specialmente nei dolci, ma offre la possibilità di numerosi utilizzi terapeutici grazie alle sue proprietà che consentono di curare qualche piccolo malanno. Non ce lo si aspetta da una spezia, eppure sin dall’antichità è nota per le sue virtù.

Ha capacità digestive poiché stimola la secrezione di succhi gastrici e la salivazione e dunque rende assai più facile il processo digestivo. Si può utilizzare dunque per chi soffre di digestione lenta o difficile, per chi manca d’appetito o presenta problemi di vomito o ancora in caso di acidità di stomaco, con buoni risultati.

Ha anche proprietà antinfiammatorie, antibatteriche ed espettoranti dunque si rivela utile in caso di problemi polmonari, bronchiti, sintomi di influenza e raffreddori. Allo stesso modo favorisce la circolazione periferica. Ma si può usare anche come antisettico per combattere infezioni batteriche o provocate da funghi e aiuta persino a regolare il ciclo mestruale. Ancora, è un ottimo coadiuvante in caso di problemi di reumatismi, artriti e artrosi. (fonte www.benessereblog.it)

Medicina Naturale, le Erbe Medicinali, la Cannella contro il Diabete, il Mirtillo Rosso cura la Cistite

C’è chi non vive senza il tè verde, vera miniera di antiossidanti, chi supera l’inverno grazie all’echinacea, che ha problemi di digestione, chi di sindrome premestruale, queste e altri i benefici della fitoterapia, chi sofre di diabete e chi spesso e volentieri di cistite. E c’è anche chi è pronto a spegnere ogni entusiasmo, nella convinzione che nessuna pianta possa curare meglio dei farmaci di sintesi. Innanzitutto occorre capire di che rimedi stiamo parlando. La fitoterapia oggi utilizza estratti liofilizzati, presati e titolati. Conosciamo la quantità del principio attivo e la conseguente azione farmacologica.

Cannella – aiuta a digerire gli zuccheri e tiene sotto controllo la glicemia
Come viene usata la cannella: i più ne apprezzano l’inconfondibile fragranza, perfetta per profumare dolci e piatti etnici. Ma proprio nei suoi composti volatili aromatici risiede la sua capacità di tenere sotto controllo il tasso di zuccheri nel sangue. Uno studio su 60 donne e uomini con diabete ti tipo due dice che solo chi assumeva regolarmente estratti di cannella ha visto abbassarsi nel tempo il tasso di glucosio e di trigliceridi nel sangue.
Quando si deve evitare la cannella: va utilizzata con cautela l’olio essenziale, che può dare irritazione cutanea. Chiede sempre prima il parere del medico.
Il consiglio del fitoterapeuta: per trarre vantaggio dalla cannella, utilizza la stecca tritata finemente (una puntina di cucchiaino prima dei pasti). Contro le malattie da raffreddamento (ha proprietà tonificanti e antisettiche) fai bollire la cannella per 3-4 minuti nel latte, aggiungi un cucchiaino di miele e uno di coccolato fondente grattato. Bevi prima di dormire.

Mirtillo rosso aiuta a tenere lontani i batteri, perviene la cistite
Come viene usato il mirtillo rosso
: molti lo conoscono come cranberry, i mirtillo rosso americano è una pianta ricca di proantocianidine, sostante in grado di prevenire le infezioni urinare, in primo luogo la diffusissima cistite.
Cosa dice la scienza: a confermarne l’azione disinfettante sulle vie urinarie è una recente revisione di 10 studi, i prodotti a base di mirtillo rosso si sono dimostrati in grado di ridurre l’incidenza delle infezioni nelle donne con cistiti ricorrenti..
Quando va evitato il mirtillo rosso: non deve essere assunto in caso di calcoli renali
Il consiglio del fitoterapueta: prendi 50 gocce di tintura madre, due volte al giorno, contro la cistite in fase acuta. Se invece vuoi utilizzare il mirtillo rosso a scopo preventivo, 30 gocce di tintura madre, re volte al giorno per due mesi. In alternativa, bevi mezzo bicchiere di succo al giorno, per due mesi. Meno efficace è il succo di mirtillo bianco. (fonte www.mondobenessereblog.com/)

Un estratto di Cannella contro l’Alzheimer

Un nuovo studio ha rivelato che la cannella ha tutte le carte in regola per prevenire l’Alzheimer, malattia cronica e degenerativa che in Italia registra più di 800.000 casi, con un incremento di circa 80 mila casi ogni anno. Un team di ricercatori dell’Università di Tel Aviv (TAU) ha infatti scoperto che un estratto della corteccia di questa pianta può bloccare la progressione del temuto morbo.

La sostanza in questione si chiama CEppt ed inibisce la formazione di fibrille e amiloidi polipeptidici oligomerici tossici, che generalmente si depositano nel cervello delle persone affette da questa malattia. I risultati della ricerca hanno indicato che questo estratto potrebbe non solo essere utile nella prevenzione dell’Alzheimer, ma anche nella cura dopo che le molecole di questo morbo si sono già formate.

Il Professor Michael Ovadia in merito ha dichiarato:

“Questa scoperta è davvero promettente. Ci sono infatti aziende che producono inibitori di AD sintetici mentre il nostro estratto non è una droga con effetti collaterali ma una sostanza naturale completamente sicura che gli uomini consumano già da millenni”. (fonte www.benessereblog.it)

Cannella e cipresso e loro oli

La medicina tradizionale consiglia questi due oli essenziali per riequilibrare le nostre energie, riattivare il metabolismo e ritrovare lucidità mentale.

Il cuore dell’inverno è il momento ideale per occuparsi del metabolismo generale, per stimolarlo o riequilibrarlo. Secondo la medicina tradizionale, il rimedio naturale più indicato in questo periodo è la cannella, in particolare il suo olio essenziale. Secondo la medicina ufficiale, la sua azione stimola le funzioni circolatorie, respiratorie, digestive. L’olio essenziale di cannella svolge un ruolo importante anche come antisettico delle vie respiratorie e dell’intestino; inoltre è un ottimo tonico delle astenie psicofisiche. La medicina tradizionale, afferma inoltre che la cannella “riscalda”, ovvero apporta e risveglia nell’organismo quel calore vitale che tende a scemare durante l’inverno. Come usare l’olio essenziale di cannella Per stimolare il metabolismo, massaggiate due gocce di olio essenziale di cannella, diluito in olio vegetale, sulla zona del plesso solare. Oppure, aggiungetene tre gocce all’acqua del bagno. Eseguite questa procedura per un mese.

L’olio di cipresso ti rinfresca le idee Il profumo che, in virtù delle influenze lunari di questo mese, stimola maggiormente l’intelletto, è il cipresso, albero saturnino per eccellenza. L’ideale sarebbe andarsi a raccogliere direttamente dei grani di resina e bruciarne delle piccole quantità di cipresso sugli appositi carboncini, nell’ambiente che si vuole aromatizzare. Purtroppo oggigiorno questa ricerca appare quasi impossibile, ma va benissimo anche l’olio essenziale di cipresso, da mettere nei comuni evaporatori per aromi. Questa resina dona al pensiero un’intensa capacità di concentrazione, aiutandoci ad evitare che si disperda in mille particolari, sovente inutili. Niente di meglio dopo le baldorie delle festività trascorse da poco e per ritrovare con lucida consapevolezza la propria centratura. Ciò ci aiuterà, se ne abbiamo bisogno, a riconoscere quello che è essenziale in questa fase della nostra vita e a scartare ciò che è inutile; senza rimpianti e con l’intima consapevolezza di aver fatto la cosa giusta.