Archivi tag: asparagi

Le Proprieta’ degli Asparagi

L’asparago proviene dall’Asia,
forse dalla vecchia Mesopotamia,
e ha conquistato tutti i palati per la
sua prelibatezza. Spesso gli asparagi vengono impiegato nella composizione di qualche pietanza, più che come verdura di contorno.

Oltre ad essere molto gustosi, gli asparagi possiedono anche diverse proprietà benefiche. Sono ricchi di fibra, e vitamine; contengono acido folico, amminoacidi, carotenoidi e sali minerali, come calcio, fosforo e potassio.

Gli asparagi, come tante altre verdure, contengono poche calorie e per questo sono particolarmente indicati nelle diete dimagranti. Gli asparagi hanno proprietà depurative e diuretiche. Non solo.
Gli asparagi riducono anche il ristagno dei liquidi in eccesso nei tessuti, contrastando la cellulite.

Al momento dell’acquisto, accertatevi che i germogli siano dritti, sodi ed integri, di colore brillante e privi di ammaccature. La punta deve essere ben compatta, unita e dura e il gambo deve risultare poco legnoso.

(Fonte www.freshplaza.it)

Dieta di Stagione, in forma con la Frutta e gli Ortaggi di Aprile

Frutta e verdura fanno bene, consumate ogni giorno, da tre a cinque porzioni, a patto che si tratti di prodotti biologici, freschi e possibilmente a km zero. Ci sono diverse buone ragioni per acquistare ortaggi e frutta di stagione e di produzione locale. Le verdure fresche, cresciute seguendo i cicli naturali, sono più ricche di nutrienti, ne parlavamo di recente a proposito di arance e pomodori. Se coltivate con metodi biologici, inoltre, non contengono residui di pesticidi e fertilizzanti chimici, sostanze mal tollerate dal nostro organismo e di cui certo non abbiamo bisogno per nutrirci.

Scegliendo le produzioni locali, garantiremo alla nostra dieta quella biodiversità alimentareche ci protegge da diverse malattie e fattori di rischio, non dimentichiamo che la dieta mediterranea è un vero e proprio elisir di lunga vita. Senza contare che la frutta e la verdura che non hanno percorso centinaia di chilometri stivate nei tir sono più fresche, arrivano sulle nostre tavole meno danneggiate, mantengono intatte le loro proprietà e costano meno, oltre ad avere un minore impatto ambientale.

Seguire una dieta stagionale ci porterà a variare spesso il menu, garantendo all’organismo tutto quello di cui ha bisogno ed a noi quella variazione di sapori e colori che ci rende meno noioso il consumo regolare di frutta e verdura. Ad aprile, tra gli altri, possiamo portare in tavola gli asparagi, anche quelli selvatici sono ottimi per preparare frittate per un secondo nutriente e gustoso, e risotti, per un primo verde e sfizioso. Ci aiutano a depurarci ed a liberarci dalle tossine, per via delle loro proprietà diuretiche. Contengono potassio, acido folico e sono utili anche contro i dolori mestruali. Se poi per trovarli, ci avventuriamo su per i sentieri, aggiungiamo anche il beneficio dell’attività fisica all’aria aperta.

Aprile è anche il mese delle fave, utili contro il colesterolo cattivo, dalle mille proprietà salutari per via dell’alta concentrazione di fibre, ferro, fosforo, vitamine del gruppo B e proteine vegetali. Ci aiutano a depurarci, a tonificarci ed a fare il pieno di energia.

Tra i frutti che fanno la loro comparsa ad aprile non possiamo non menzionare le fragole. Consumate a fine pasto riducono il picco di grassi e di zuccheri nel sangue. Merito dell’alto livello di polifenoli, ad azione antiossidante e antinfiammatoria.

(fonte www.benessereblog.it)

Asparago: ortaggio amico della Salute

L’asparago deriva dalle terre della Mesopotamia. Il popolo egizio lo esportò verso i paesi che si affacciano sul Mediterraneo; anche i romani ne apprezzarono le sue virtù curative.

Nel nord Italia ci sono molti terreni adibiti alla sua coltivazione, marzo-giugno è la fase migliore per la sua raccolta. Notevole il contenuto di vitamine negli asparagi: A, B1, B6, C, ma anche molto potassio, sodio, magnesio, fosforo, ferro, rame, zinco, iodio e molte fibre. Alimento poco calorico, è molto indicato per il benessere dell’apparato cardiocircolatorio, combatte il ristagno dei liquidi, ripulisce le vie urinarie e stimola la diuresi. L’aminoacido asparagina contenuto al suo interno, conferisce un odore intenso alle urine, ma è comunque sinonimo del buon funzionamento renale.

Molte sono le ricette a base di asparagi, tra cui frittate, risotti e torte salate. A Schrobenhausen vicino Monaco di Baviera, esiste il Museo Europeo degli Asparagi, dove è possibile trovare tutto quello che ruota attorno agli asparagi. Libri e arnesi per la coltura e il raccolto fanno bella mostra di sé e, all’inizio di maggio, viene organizzato un mercatino dove vengono venduti gli asparagi direttamente dai produttori locali e sono inseriti nei menù dei ristoranti come piatto principale.

(fonte www.freshplaza.it)

Gli Asparagi: Diuretici e benefici per la Pelle

Oggi gli asparagi sono molto apprezzati, crescono spontaneamente nella macchia Mediterranea, ma sono anche coltivati e a livello mondiale i maggiori produttori sono Cina, Perù, Messico, Stati Uniti e Sudafrica, ma non mancano le colture nemmeno in Spagna, Francia, Germania e Italia.

 
In Italia si consuma soprattutto l’asparago verde, ma è reperibile anche quello bianco e violetto: In generale gli asparagi sono molto apprezzati soprattutto per le loro proprietà diuretiche depurative legate al notevole contenuto mineralico.
Uno studio recentemente pubblicato sulla rivista Journal of American College of Nutrition ha cercato di valutare, studiando 450 persone di diversa nazionalità l’influenza dell’alimentazione sull’invecchiamento cutaneo in base all’esposizione solare.

Si è visto che un consumo ottimale di verdure a foglia verde come spinaci, asparagi, sedano e cipolle aiutano la pelle a restare elastica e a non raggrinzirsi per esposizione alla luce solare.

Non è un caso, d’altra parte, che molti prodotti cosmetici antirughe in commercio contengono acido folico, che ha un ruolo importantissimo nell’organismo umano poiché concorre alla sintesi e alla riparazione di eventuali danni sul DNA: l’acido folico è particolarmente abbondante nelle verdure a foglia verde in particolare le concentrazioni sono molto elevate in spinaci broccoli, asparagi e insalata.

Ecco perché, quindi, gli asparagi sono un ottimo ingrediente di cucina per allestire piatti gustosi, sono diuretici, ricchi di vitamine, fibre, flavonoidi e aiutano la bellezza della pelle: vanno consumati però con moderazione dalle persone con problemi renali o di gotta per il loro elevato contenuto di purine. (fonte http://www.sanihelp.it)

Le Virtù sconosciute degli Asparagi

Parenti di mughetti e gigli, gli asparagi sono un dono della natura impareggiabile per drenare, disintossicare, frenare la cellulite e persino la depressione

Bianchi, viola o verdi, gli asparagi sono i re della tavola di primavera

C’è chi preferisce gli asparagi bianchi, chi opta per gli asparagi violetti, chi per gli asparagi verdi. Si tratta di una differenza cromatica che si riflette sul sapore ma non sulle qualità nutrizionali degli asparagi, che rimangono le stesse e sono tante. Questi ortaggi sono davvero poco calorici – circa 25 calorie per 100 grammi – mentre hanno molta fibra, vitamina C (in un etto ce ne sono 25 mg, il che equivale a circa un terzo del fabbisogno di una persona adulta), carotenoidi (i precursori della vitamina A, che ha un’azione antiossidante e protettiva della pelle e delle mucose e stimola l’azione del fegato), vitamina B e sali minerali, tra i quali calcio, fosforo e potassio: mangiando 100 grammi di asparagi si assume circa il 75% della quantità quoidiana necessaria di acido folico, sostanza molto importante per la moltiplicazione delle cellule dell’organismo e per la sintesi di nuove proteine.

Ottimi diuretici, aiutano contro la cellulite

Gli asparagi sono molto depurativi e diuretici, se non ci sono controindicazioni vale la pena di approfittarne per aiutare e eliminare il ristagno di liquidi nei tessuti e quindi ridurre la cellulite. Mangiane con parsimonia solo se tendi a soffrire di disturbi renali, di cistiti e di calcoli renali, perché contengono acido urico che può incrementare l’infezione già in atto.

Arma segreta contro la tristezza

Sei soggetto ad attacchi di malumore? Allora gli asparagi fanno al caso tuo: infatti, secondo alcuni studi questi ortaggi avrebbero una funzione antidepressiva, probabilmente legata alla loro azione disintossicante e diuretica.

Come consumarli

Per preservarne il sapore e la consistenza degli asparagi, ma soprattutto per non incidere sul totale delle calorie quotidiane, è importante il metodo di preparazione.

Crudi

Il modo migliore per consumare gli asparagi è a crudo, tagliandoli a fettine piccole e unendoli all’insalata.

Al vapore

Si tratta di una cottura molto valida dal punto di vista nutrizionale. Per prepararli, procedi in questo modo: taglia la parte finale legnosa del gambo, pioggia gli asparagi su un tagliere per evitare che si rompano, quindi sbuccia il gambo rimasto partendo dal centro verso la fine, in modo da togliere anche la parte più fibrosa. Sciacquati sotto acqua corrente, raccoglili a mazzetti e legali con  spago da cucina, quindi mettili in piedi in una pentola alta, in acqua bollente, lasciando che le punte, più tenere, restino fuori dall’acqua e cuociano solo con l’effetto del vapore: di solito sono pronti dopo 10-15 minuti, in base allo spessore.

Per condirli

Dato che assorbono molto il condimento, fai attenzione a non eccedere né con l’olio né tanto meno con il burro. Usa solo olio extravergine d’oliva e limone, oppure prepara gli asparagi, in un’insalata insolita, con qualche gamberetto lessato oppure con carne di pollo o straccetti di carne di manzo.

Verifica la freschezza

Quando acquisti gli asparagi, fai attenzione a queste caratteristiche, che ne testimoniano la freschezza: devono essere duri, quindi non piegarsi ma spezzarsi; non devono apparire legnosi (vuol dire che sono vecchi) e di colore spento; verifica soprattutto che quelli che si trovano al centro del mazzosia ancora integri e non presentino un inizio di marcescenza. (fonte www.riza.it)

Asparagi

Gli asparagi, tra gli alimenti maggiormente utilizzati a tavola, ne esistono di diverse varietà sul mercato. Tra i più diffusi abbiamo: asparagi violetti (Argenteuil, varietà più nota) hanno un gusto deciso, asparagi bianchi (varietà di Bassano o di Cimadolmo) dal gusto delicato, asparagi verdi con un gusto molto forte, asparagi selvatici dal sapore ricco che non necessita di eccessivi condimenti o l’asparagina (germogli sottili degli asparagi selvatici) ideali per torte salate, per frittate o per minestroni.

Esiste anche un asparago di mare, alghe verdi che si possono trovare in pescheria. Questi asparagi possono essere utilizzati per preparare dei deliziosi antipasti e primi piatti marinari. Quando si scelgono degli asparagi, questi devono avere alcune caratteristiche rispetto alla forma e alla consistenza. Le punte, infatti, devono essere integre e devono avere una consistenza soda, non devono presentare ammaccature e le foglioline devono essere carnose.

E’ necessario, nel trattamento degli asparagi, seguire alcune piccole regole per una corretta conservazione: in frigorifero vanno tenuti chiusi in un sacchetto di carta o avvolti in un panno umido per un tempo non superiore ai 3 giorni. Nel Freezer, dopo averli scottati per circa 3-4 minuti, possono essere consevati per circa 6 mesi. I gambi dell’asparago dovrebbero essere non solo lucidi ma anche ben turgidi e all’interno la polpa deve presentarsi compatta e succosa.

Molte le virtù degli asparagi, tra queste abbiamo caratteristiche quali la presenza di acido folico che, com’è noto, svolge una funzione importante nel corretto funzionamento del cuore. L’acido folico, infatti regolando la quantità di un aminoacido nocivo per il cuore svolge un’azione protettiva per la salute del cuore. Tuttavia l’asparago è sconsigliato alle persone che hanno malattie renali e/o disturbi legati all’apparato urinario.

L’azione irritante su questi apparati fa sì che l’asparago sia tra gli alimenti da evitare. L’asparago è tra gli alimenti maggiormente usati durante la dieta, poichè svolge un’azione diuretica. Il contenuto calorico degli asparagi è molto ridotto, per 100 grammi vi presentiamo i valori calorici e nutrizionali dell’alimento:

  • Calorie apportate: 24;
  • Acqua: 91,4 grammi/100 grammi;
  • Potassio: 170 mg/100 grammi di prodotto (fonte www.dietaland.com)