Archivi tag: antibiotico naturale

Aglio: potente Antibiotico Naturale

Conosciuto per le sue proprietà organolettiche, capaci di insaporire piatti e ricette, e originario del Medio Oriente, l’aglio riserva sorprese inaspettate, non solo in termini di gusto e aroma. L’aglio è un vero e proprio antibiotico naturale, un toccasana prezioso per la salute dell’organismo, per proteggerlo dall’aggressione di virus e batteri.

Questo protagonista dell’eccellenza gastronomica di molti Paesi, appartenente alla famiglia della grigliacee, è un vero alleato della salute di tutto l’organismo, in grado di dare la spinta giusta al sistema immunitario.

L’aglio, infatti, può essere considerato un vero e proprio antibiotico naturale, grazie alla sua capacità, spesso sottovalutata, di contrastare efficacemente l’aggressione da parte di molti microrganismi, come virus, batteri, virus, parassiti e funghi, responsabili di infiammazioni, infezioni e malattie di vario genere.

E’ un vero e proprio vegetale dai mille volti e dagli altrettanti pregi: ha proprietà immunostimolanti, cioè favorisce l’azione e la reazione da parte delle difese immunitarie dell’organismo, ipotensione, antinfettive, antisettiche, antispastiche e antimicotiche.

La sua azione ipotensiva rende l’aglio l’ingrediente perfetto per tenere sotto controllo la pressione sanguigna, scongiurando l’ipertensione, mentre quella antispastica, gli permette di alleviare e prevenire gli spasmi muscolari. Perfetto anche per combattere le infezioni gastrointestinali, delle prime vie aeree e quelle superficiali della pelle.

Benefico aglio, ma no agli eccessi: i possibili effetti collaterali, derivanti da un utilizzo eccessivo, sono nausea e vomito. Da evitare durante l’allattamento, perché altera il sapore del latte. (fonte www.tantasalute.it)

Il Coriandolo, Antibiotico Naturale

Una ricerca condotta presso L’Università di Beira, in Portogallo, svela le inaspettate proprietà antibatteriche del suo olio essenziale

Chi l’avrebbe mai detto che dietro un’erba aromatica utilizzata in cucina si celasse un potente antibiotico? Ebbene si, il coriandolo, spesso usato per aromatizzare liquori o utilizzato come infuso contro i dolori di stomaco, per problemi di aerofagia ed emicrania e come aiuto per la digestione, sembrerebbe avere anche propretà antibatteriche. A svelarlo è uno studio, pubblicato dalla rivista Journal of Medical Microbiology, opera dei ricercatori dell’Università di Beira Interior (Portogallo).

Il suo olio essenziale è un vero toccasana

In particolare l’attività antibatterica sembrerebbe proprietà tipica dell’olio essenziale di coriandolo. Nello studio portoghese è stato dimostrato infatti essere attivo contro più di 10 specie patogene come i microrganismi appartenenti ai ceppi di Escherichia Coli, Salmonella enterica, Bacillus cereus e Staphylococcus aureus. Non solo, l’olio essenziale sarebbe anche in grado di agire in sinergia all’anfotericina nei confronti della Candida albicans e di fornire una protezione addizionale contro i ceppi di Candida tropicalis.

Efficace già a piccole dosi

Lo straordinario effetto, ottenuto con dosi di soluzione contenenti soltanto l’1,6% di olio essenziale, sembrerebbe dovuto alla capacità dell’estratto di danneggiare la membrana che circonda le cellule batteriche. Ciò interrompe la barriera tra il batterio e il suo ambiente inibendo così alcuni processi essenziali tra cui la respirazione, che alla fine porta alla morte della cellula batterica. 

Un alternativa agli antibiotici di sintesi?

Come dichiara la dottoressa Fernanda Domingues, una delle autrici dello studio, “il coriandolo potrebbe rappresentare una possibile e valida alternativa all’utilizzo di antibiotici di sintesi, già accusati di causare resistenza e divenire inefficaci nel tempo”. Le possibili applicazioni di questa spezia quindi si potrebbero estendere, oltre a quelle alimentari, a quelle terapeutiche attraverso la formulazione di prodotti ad hoc come pillole, creme e colluttori.  (fonte www.riza.it)

La cipolla, antibiotico naturale

La cipolla è un grande aiuto nelle cure naturali, difatti è un potente attivatore di tutte le funzioni organiche, antibatteriche e antinfettiva.

Ha proprietà battericide e promuove un rinnovamento del sangue e dei liquidi organici che hanno un effetto abenefico sull’artrite e sull’artrosi.

E’ consigliata ai diabetici, perchè aiuta a controllare la glicemia e assicura salute e longevità alle persone anziane.

E’ consigliata a chi soffre di colesterolo, perchè riporta alla normalità il tasso e riduce la viscosità sanguigna.

Il miglior modo per consumarla è a crudo in insalata.

La cipolla è però sconsigliata alle mamme che allattano, per non alterare il sapore del latte che può non essere piacevole per i bambini; e devono far attenzione anche chi soffre di gastrite e dermatosi.

Riepilogando, è consigliata in caso di:

Artrite Artrosi Reumatismi Gotta Febbre Tosse Raffreddore Stipsi Ritenzione idrica Ascessi Mal di gola Pelli secche e rovinate

I semi di pompelmo

Le proprietà benefiche dei semi di pompelmo furono scoperte nel 1964 dal dr Jakob Harich, un medico degli USA. Aveva notato che i semi e le bucce di pompelmo, che metteva nel compostatore per ottenere concime organico, impiegavano molto più tempo di tutti gli altri scarti alimentari a decomporsi. Questo evidentemente significava che semi e bucce di pompelmo resistevano molto bene all’attacco dei batteri che aggrediscono gli scarti alimentari. Nei semi di pompelmo si nascondeva una sostanza, la quale sembrava essere piu’ efficace e meno nociva di ogni altro antibiotico conosciuto con molte proprieta’ antibatteriche. Un vero antibiotico naturale che non indebolisce il sistema immunitario, non danneggia la flora batterica, e’ ipoallergenico e senza effetti collaterali. Chi vuole difendersi dal crescente stress della nostra societa’, dai danni provocati da una vita poco naturale e un’alimentazione generalmente poco sana e inquinata dalla presenza di additivi, per chi desidera rinforzare il proprio sistema immunitario indebolito, trovera’ nell’estratto di semi di pompelmo un ottimo rimedio.

Il suo uso per bocca e’ raccomandato soprattutto nella cura delle malattie da raffreddamento e nei disturbi del tratto gastrointestinale, ma puo’ essere utilizzato in forma topica contro moltissimi sintomi: in particolare in caso di malattie della pelle e delle mucose provocate da batteri, virus, funghi, o parassiti l’estratto sembra essere in grado di distruggere agenti patogeni.

Nell’igiene personale previene le infezioni senza infiammare le mucose, puo’ essere inoltre utilizzato anche in casa aggiunto all’acqua per lavare, oppure negli umidificatori, nelle vaschette dei caloriferi per evitare la proliferazione dei germi.

Alcune gocce di estratto di semi di pompelmo nell’acqua per bagnare le piante verdi possono eliminare la muffa nei vasi, oppure mantenere freschi i fiori recisi nel vaso.

Molti esperimenti scientifici ne hanno dimostrato l’efficacia contro oltre 800 tipi diversi di virus, batteri e 100 varietà di funghi e miceti ed inoltre estratto di semi di pompelmo pare essere molto ricco di vitamine C ed E.

Stimolano e rafforzano il sistema immunitario, possono essere usati anche da persone con la pelle molto sensibile, hanno potere antiossidante, e se assunti correttamente non hanno effetti collaterali.

L’estratto, che viene ricavato dalla macinazione dei semi, contiene in prevalenza bioflavonoidi e glucosidi, e la sua efficacia si basa sulla sinergia delle diverse componenti.

I bioflavonoidi sono un gruppo di costituenti chimici che si trovano nella frutta insieme con la vitamina C; hanno diverse proprietà, ma in particolare svolgono azioni coagulanti, emostatiche, antinfiammatorie e antiallergiche, e sono efficaci nel rallentare la formazione dei radicali liberi.

I glucosidi sono un gruppo di sostanze che agiscono direttamente su cuore e fegato, e possiedono importanti effetti antinfettivi.

Una parte di estratto diluita in nove parti d’acqua (per ogni goccia di estratto usate nove gocce d’acqua) si usa per alleviare l’herpes labiale: applicate la soluzione direttamente sul labbro, aiutandovi con un cotton fioc.

In Austria è riconosciuto come un possibile rimedio naturale nelle infezioni da CANDIDA.

In Messico viene impiegato diffusamente contro alcune forme di dissenteria. I preparati a base di pompelmo si impiegano con successo nelle malattie delle unghie, nelle micosi cutanee, nelle vaginiti, nelle gengiviti, ha azione antisettica in presenza di acne.

Le ricerche tossicologiche confermano che gli estratti di Pompelmo semi, essendo assolutamente naturali, non presentano alcuna tossicità, alle dosi consigliate né a breve né a lungo termine.

Cautela nelle donne in gravidanza e allattamento.