Archivi del giorno: luglio 6, 2012

 

DA OGGI IL NOSTRO BLOG
HA CAMBIATO INDIRIZZO !

ci puoi trovare qui :    www.faidateconsigli.it

 

 

 

Wheat grass, il Grano Germogliato favorisce il Dimagrimento

Perdere peso sembra essere più facile con la Wheat grass, ovvero l’erba giovane del frumento, una sostanza ricchissima di vitamine, sali minerali, acidi grassi essenziali, clorofilla e aminoacidi essenziali.Le sue proprietà sono sfruttate da molti integratori alimentari per favorire il dimagrimento e soprattutto per placare i morsi della fame, tipici delle diete ipocaloriche.

wheat grassLa Wheat grass, chiamata anche sangue vegetale perché ha una struttura molecolare simile all’emoglobina, per l’esattezza è il germoglio del frumento e le sue proprietà sono state sfruttate inizialmente dal chimico Charles Francis Schnabel, negli anni Trenta. È molto utilizzata come sostegno per aiutare il corpo a riprendersi dopo una malattia (una sorta di ricostituente) perché dà energia, è un ottimo alleato per contrastare l’insorgere di alcune patologie gravi, come il tumore, perché è antiossidante. Quest’erba, inoltre, riduce i livelli di colesterolo nel sangue e contrasta l’ipertensione, proteggendo il corpo dalle classiche malattie cardiocircolatorie, ma è per perdere peso che risulta essere particolarmente efficace.

In commercio la si può trovare in diverse versioni, quali polvere solubile (diventa un succo), pillole, liofilizzata in compresse e in semi da piantare. Il Wheat grass juice è sicuramente quello maggiormente conosciuto ed è perfetto per dimagrire:  30 ml al giorno (il corrispettivo di un chilo di verdure) tolgono la fame. Se preferite far crescere l’erba a casa, per poterne sfruttare a pieno tutte le proprietà, dovete acquistarla in semi e farla crescere. Una volta germogliata (ci impiegherà circa 7/10 giorni), va tagliata subito: è l’unico modo per garantire al massimo tutte le sostanze nutritive.  Il secondo step è centrifugarla, come se fosse una qualsiasi verdura,e diluirla in acqua minerale naturale.

La Wheat grass in polvere è molto comoda, perché può essere consumata da sola o aggiunta anche ai frullati per dare maggiore energia e per studiare dei pasti sostitutivi a quelli tradizionali.  Per coprire un po’ il gusto, che non è molto piacevole, è possibile aggiungere un cucchiaino di miele a ogni tazza: renderà il succo o il centrifugato molto più dolce.

(Fonte /www.dietaland.com)

Orecchie Tappate, le Cause e i Rimedi

rimedi orecchie tappateA chi non è mai successo, almeno una volta nella vita, dopo un brutto raffreddore o in aereo, di ritrovarsi le orecchie ostruite?

Tra le cause più comuni delle orecchie tappate figurano non a caso la presenza di fluidi nel canale uditivo ed un brusco cambiamento di pressione atmosferica.

A tappare le orecchie può anche essere l’eccesso di cerume e/o di polveri o di sabbia nel caso di una vacanza al mare. I sintomi delle orecchie tappate includono una sensazione fastidiosa di ostruzione che ci fa avvertire i suoni provenienti dall’esterno come ovattati. In alcuni casi avvertiamo anche dolore, un lancinante mal d’orecchie, e si verificano perdite dall’orecchio e vertigini.

I rimedi per le orecchie tappate variano in base alle cause scatenanti. Se dopo un volo, un’immersione o un’escursione in alta montagna, avvertiamo le orecchie ostruite possiamo provare con un respiro profondo, espirando a narici e bocca ben chiuse. Anche deglutire e/o sbadigliare ripetutamente può rivelarsi un rimedio efficace.

Quando il disturbo è più serio, causato ad esempio da una congestione protratta nel tempo, come nel caso dell’influenza, il medico può prescrivere dei decongestionanti orali, spray nasali antistaminici e steroidi nasali topici.

In casi estremi si ricorre a speciali tubi di ventilazione che drenano i fluidi in eccesso presenti nell’orecchio ed alleggeriscono la pressione all’interno, sbloccando i condotti uditivi. Se il disturbo persiste per più di poche settimane è bene consultare il medico di famiglia che esaminerà l’orecchio e valuterà se è il caso di ricorrere a farmaci o a visite e trattamenti specialistici più approfonditi.

(Fonte www.benessereblog.it)