Le Malattie Sessualmente Trasmesse più Diffuse

Bruciori, difficoltà di minzione, vescicole, secrezioni, dolori, arrossamenti o pruriti ai genitali.

Se nei giorni precedenti si è avuto rapporti non protetto o con partner occasionale potrebbe trattarsi di una malattia sessualmente trasmessa (Mst).
In quei casi è consigliabile non dimenticare di usare sempre il preservativo.

Le cause possono essere batteriche, virali, micotiche (Candida).

L’infezione batterica più diffusa è l’infezione da Clamydia, causata da un parassita che dopo 1-3 settimane dal rapporto provoca cistiti, secrezioni vaginali e prurito nelle donne; secrezioni biancastre bruciori e irritazioni nell’uomo. Può essere causa di infertilità e interessare occhi, articolazioni, e polmoni.

Il batterio da Neisseria Gonorrea ha 2-10 giorni di incubazione provoca secrezioni giallastre maleodoranti, febbre difficoltà di minzione.

Anche la Sifilide colpisce ancora.

L’infezione da Herpes genitale ha 4-5 giorni di incubazione presenta piccole vescicole ai genitali.

Le infezioni da Papilloma virus determinano escrescenza di carne cioè i condilomi.

Infine la Gardnerella si manifesta con odore molto sgradevole (pesce marcio) delle secrezioni vaginali che sono di colore biancastro o giallognolo ,talvolta accompagnate da striature di sangue. Irritazione vaginale accompagnata a prurito intenso . Mal di schiena forti,crampi addominali e dolori muscolari. Bruciore intenso durante l’orinazione e i rapporti sessuali.

Al fine di rafforzare le difese immunitarie riguardo a queste infezioni, è utile prioritariamente vivere in un regime alimentare sano e che apporti elementi necessari allo scopo.

Importante consumare molto aglio che risulta essere un ottimo antibiotico naturale e per le persone sensibili all’odore è possibile trovarlo in capsule inodore.

L’alimentazione deve apportare anche un buon contenuto in sali minerali e particolarmente ricca di vitamina B complessa e vitamina C,E,A.

Tisane toniche ottenute mescolando consolida maggiore e paglia d’avena.

Queste piante medicinali oltre ad essere considerate delle ottime purificanti sono anche ricche di proteine,vitamine e sali naturali.

In riferimento al prurito e all’irritazione vaginale,le pazienti possono usare dei balsami di consolida maggiore o di iperico direttamente sulle labbra vaginali e nelle cavità al fine di ridurre considerevolmente questi disagi provocati dall’infezione.
O spruzzare polvere yoni quotidianamente per alcuni giorni, direttamente sulle parti vaginali irritate o applicare dello yogurt direttamente sulle parti irritate.

Bere più di 1 litro di succo di mirtillo non zuccherato al giorno risulta essere molto salutare in quanto aumenta l’acidità nel sangue favorendo la guarigione.

L’aglio è un ottimo rimedio se aggiunto ad 1 litro di acqua calda unitamente a 2 cucchiai di aceto di sidro di mele;la soluzione cosi ottenuta si utilizzerà direttamente per lavaggi vaginali.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...