Archivi del giorno: novembre 18, 2011

Consigli in Pillole: tre buoni motivi per consumare Verdure

In genere siamo abituati a considerare la verdura un contorno, perciò un alimento che viene aggiunto ad altre pietanze per completare il pasto. Vi sono però ottimi motivi per consumarla anche all’inizio del pasto e riservarle un posto d’onore.

Innanzi tutto le verdure crude che riusciamo a mangiare sono in quantità maggiore essendo lo stomaco ancora vuoto, perciò è logico pensare che introdurremo più vitamine, minerali, fibra e acqua, tutte sostanze vitali e sempre utili.

In secondo luogo sarà più facile raggiungere la sazietà con una minore quantità di cibo (interessante per chi deve dimagrire), terzo motivo favorevole è la stimolazione della motilità gastrica e intestinale, che grazie alla presenza anche di fibra può aiutare a regolarizzare l’intestino e facilitare la digestione.

Se inoltre, si avrà l’accortezza di utilizzare almeno tre verdure di colore diverso, sarà assicurato anche l’apporto di antiossidanti utili all’organismo.

Di seguito sono indicate alcune idee per creare insalate nuove ed insolite riscoprendo gusti dimenticati.

-Insalata di spinaci: si possono utilizzare spinaci freschi e funghi conditi con olio extravergine di oliva e qualche pinolo.

– Insalata di fagiolini: fagiolini verdi, erba cipollina, olive nere e aglio

– Insalata di radicchio e formaggio: radicchio rosso, tre tipologie di formaggi stagionati a piacere, olio extravergine di oliva, aglio

– Insalata greca: pomodori, cetrioli, peperoni, cipolla, olive nere, aglio, formaggio fresco tipo feta, origano, olio e sale
Insalata di carote e semi: carote, sedano, semi di girasole e zucca, olio e aceto di mele

– Insalata di mele verdi e noci: lattuga, mele verdi, noci, succo di limone

– Insalata di pomodori e uova: pomodori, uova sode, prezzemolo, origano, peperoncino, olio e sale

Preparare una buona insalata da consumare all’inizio del pasto può diventare un’abitudine piacevole e semplice e un modo per non dimenticarsi di introdurre verdura nella dieta quotidiana.
 (fonte dietaclub.quotidiano.net)

Dieta e Pelle Morbida e Soffice

(fonte oknotizie.virgilio.it – Viola Dante)

Già il filosofo Feuerbach a suo tempo diceva: ”Noi siamo quello che mangiamo”.

Naturalmente la frase si riferisce non soltanto all’aspetto fisico, ma anche alla coscienza di un individuo e al suo modo di pensare.

In questo articolo approfondiamo l’aspetto fisico. La bellezza può prescindere dalla alimentazione?

Ve lo svelo subito.
No!
Una sana alimentazione aiuta la pelle a mantenersi giovane, a combattere lo stress ossidativo dovuto al metabolismo (l’ossidazione del materiale organico) e a restare elastica più a lungo.

Le creme ed i prodotti estetici aiutano, ma la vera battaglia si combatte a tavola.

L’Errore Più Grande Di Alcune Diete
Uno degli errori più comuni di chi intraprende una dieta è quello di tagliare fuori dal proprio regime alimentare i grassi.

Ma i grassi non sono tutti gli stessi.
Volente o nolente il nostro organismo necessita degli acidi grassi essenziali: EFAs.

Perchè vengono definiti essenziali?

Lo sono perché supportano il sistema cardiovascolare, quello immunitario, riproduttivo e nervoso.
In parole spicciole aiutano il corpo a creare nuove cellule e a riparare quelle danneggiate.

Inoltre ci aiutano ad eliminare le tossine accumulate con il tempo.

In più posso confidarvi che studi recenti hanno dimostrato che gli acidi grassi essenziali sono molto importanti per combattere la pelle secca (disidratata) e sono di capitale importanza per dimagrire.

A molti di voi potrebbe sembrare un controsenso. Ma non lo è.
Ve lo assicuro!

Per cercare di convincervi della veridicità delle mie parole, provate a riflettere su quanto segue.

La nostra pelle è formata da cellule.
Ma per sostituire queste cellule o ripararle, il nostro corpo necessita di particolari mattoncini.
Mattoncini che non è capace di prodursi da solo. Dobbiamo essere noi a fornirglieli con l’alimentazione.

Qualora la nostra dieta fosse sbilanciata, la pelle non riuscirebbe a rigenerarsi con la giusta velocità e con il tempo perderebbe volume, umidità ed elasticità.
In termini più grossolani la pelle apparirà secca e smorta.

Mantenere La Pelle Morbida E Elastica
Per ottenere e continuare ad avere una pelle morbida ed elastica è importante fornire al corpo i giusti nutrienti.
Dopo, e solo in un secondo momento, possiamo pensare alla protezione della pelle tramite l’impiego di creme e lozioni che riducono la naturale perdita di olio e acqua – barriere naturali che il corpo auto-produce.

Ma come si perdono le protezioni naturali?

Solitamente non ci prestiamo molta attenzione, ma le tossine che sono nell’aria, i saponi che utilizziamo quotidianamente per la cura della nostra igiene e i prodotti chimici di vario genere con i quali veniamo a contatto, aggrediscono la pelle tutti i giorni e a qualsiasi ora.

Quindi è bene aiutare il corpo anche dall’esterno con l’uso di creme e lozioni che vadano ad idratare la pelle e sostenerla nella lotta contro gli agenti esterni.

Leggete i consigli che seguono.
Se li seguite, vi prometto una pelle bellissima e splendente, che irradia energia ovunque attorno a voi!

L’Alimentazione Gioca Il Ruolo Principale
Quanto detto fino ad ora non deve essere considerato come un cappello a questi consigli.
La dieta è fondamentale per la salute ed il benessere generale della pelle.
Essa deve essere equilibrata.
Con questo aggettivo voglio dire che deve contenere la giusta quantità di carboidrati, vitamine, proteine, acqua e grassi.
Non commettete l’errore di eliminare i grassi.

Le Vitamine Sono Preziose
Possiamo considerare le vitamine degli opportuni fattori di crescita senza le quali il nostro organismo comincerebbe ad arrancare per poi fermarsi definitivamente.
La parola vitamina deriva dal tedesco Vitamin, ovvero “ammina della vita” in quanto erroneamente scambiate per ammine dallo scienziato Casimir Funk.
Nel caso in cui la vostra pelle sia insolitamente secca e ruvida, probabilmente assumete pochissime vitamine A.
Anche la mancanza della vitamina B1 risulta deleteria. Infatti essa aiuta la pelle a mantenersi in salute. Una carenza di vitamina B2 o riboflavine, invece, può condurre alla formazione di una pigmentazione marrognola o ad una pelle eccessivamente oleosa.
Ma una forte deficienza di riboflavine provoca che la pelle immediatamente sotto il naso e quella che contorna gli occhi e la bocca vada in contro a squarci ed infiammazioni piuttosto dolorose.
Inoltre potremmo non menzionare la vitamina C?
Abbiamo ribadito più volte quanto sia importante nella lotta ai radicali liberi e nella formazione del collagene e di quelle proteine che legano tra di loro le cellule ed i tessuti.

Conoscete Il Lievito Di Birra?

Anche il lievito di birra gioca un ruolo importante per la salute e la bellezza della pelle.
Fidatevi dei miei consigli.
Anche se possedete una pelle normale (quindi non danneggiata), usando il lievito di birra noterete ugualmente dei miglioramenti estetici.
Comprate del lievito di birra, raccoglietene un pò in un cucchiaino e riversatelo in un bicchiere d’acqua o di succo d’agrume. Mescolate. Bevete questo elisir alla fine di tutti i pasti o durante i pasti. Io preferisco accompagnarlo con del succo d’arancia.
Gli agrumi sono molto importanti per dare alla pelle una sembianza giovane.

Maledetto Stress
Oggi giorno facciamo tutto di corsa.
Spesso non riusciamo neppure a goderci le vacanze.
Non solo ne soffriamo emotivamente, ma anche la pelle ne risente.
La pelle diventa più sensibile agli agenti esterni e possono insorgere problemi come l’acne. Odiose puntine!
Non sottovalutate questo mio suggerimento: rilassatevi ogni tanto!!

No ai troppi bagni

Se vi lavate frequentemente, cercate di ridurre il tempo che passate in vasca o sotto la doccia.
E’ importante perchè l’acqua associata al sapone finisce per rimuovere troppo l’olio prodotto dalla pelle come autodifesa.
L’acqua tiepida è da preferire alla più rilassante acqua calda.
Inoltre sarebbe meglio usare saponi poco aggressivi. Probabilmente saranno meno allettanti all’olfatto, ma la pelle vi ringrazierà.

Usare Bene L’Asciugamano E L’Accappatoio
Dopo la doccia o il bagno, non occorre strofinare la pelle per asciugarla.
Cercate di ridurre l’attrito.
Piuttosto tamponate. Picchiettate gentilmente sulla pelle.

Creme Idratanti
Cercate una crema che si adatti perfettamente alla vostra pelle (recatevi al supermercato e leggete tutte le etichette) e che la lasci idratata e soffice (non smettete mai di provare nuovi prodotti, pur mantenendo le vostre preferenze).
E’ particolarmente indicato spalmare queste creme sul corpo immediatamente dopo aver fatto il bagno ed essersi asciugati con la tovaglia.
Provate creme che contengano ossido di azoto e SPF30 (che vi protegge anche dai raggi solari cattivi).
In alternativa provate ad usare l’olio utilizzato perchè la pelle dei bambini non si irriti

Pulizia Profonda
Alle volte possiamo pensare di essere pulite, ma in realtà la pelle presenta delle impurità che finiscono per impedire la secrezione di quella sostanza sebacea che la protegge. Utilizzate dei saponi a ph neutri, picchiettate e detergere bene il corpo. (fonte oknotizie.virgilio.it)

Il Cetriolo, fra Alimentazione e Bellezza

Le qualità cosmetiche del cetriolo erano perfettamente note alle nostre nonne, che ne ritagliavano fettine rotonde da applicare sulle zone “critiche del viso”, oppure da mettere sulla fronte e sulle tempie per alleviare stanchezza e mal di testa.

Queste maschere di bellezza casalinghe erano, del resto, conosciute e apprezzate già nel Rinascimento, insieme alle creme e alle lozioni ottenute mescolando la polpa di cetriolo con il miele o con il latte. Interessante, fra le altre, la maschera detta “dei tre semi”, che suggeriva di pestare in un mortaio i semi di cetriolo insieme a quelli di melone e di cocomero e di aggiungere al tutto un po’ d’olio di mandorle dolci. Il risultato era garantito!

I pregi cosmetici del cetriolo non devono far dimenticare, però, quelli alimentari. Il loro elevato contenuto d’acqua li faceva apprezzare dai Romani, che li trovavano freschi e dissetanti; l’imperatore Tiberio, poi, desiderando mangiare cetrioli anche d’inverno, aveva allestito nella sua villa di Capri delle serre mobili su ruote, per poter catturare meglio i raggi del sole. Anche nella Bibbia si legge che le insalate di cetrioli erano fra i cibi maggiormente rimpianti dagli Ebrei, durante la loro fuga dall’Egitto. Un particolare curioso: questa spiccata predilezione per i cetrioli era condivisa anche dai membri della buona società inglese di fine Ottocento. (fonte www.freshplaza.it)