Archivi del giorno: Mag 31, 2011

Vitamina B6: in quali Cibi si trova e che Proprietà ha

Quanto siano importanti le vitamine per il funzionamento ottimale del nostro organismo lo sappiamo bene ma ce ne sono alcune che sono meno note di altre e tra queste c’è senza dubbio la vitaminaB6, che appartiene all’assai vasto gruppo B e che si chiama anche piridossina. È essenziale nella sintesi degli aminoacidi. Si trova soprattutto in carni magre o bianche come il pollo, nel pesce, nelle uova, nel pane e nei cereali integrali in generale ma anche nelle banane, nel lievito e nella soia.

Tra le sue azioni principali ci sono la protezione del sistema immunitario e del sistema nervoso e la stimolazione della produzione di globuli rossi. Di conseguenza agisce positivamente sulla prevenzione di patologie di origine nervosa, dell’anemia, di alcuni sintomi depressivi. Ma soprattutto aiuta la sintesi di carboidrati, proteine e grassi, favorendo l’assimilazione degli aminoacidi e potenziando la produzione di essenziali anticorpi.

Di contro una sua carenza può provocare dermatiti e anemie, depressione, stomatiti. La quantità giornaliera raccomandata è di circa 1,6 mg per gli adulti e di 0,5 mg per i bambini. Curare al meglio l’alimentazione variandola e rendendola salutare senza alcuna carenza di nutrienti essenziali sarà il modo migliore di garantirsi l’assunzione della propria razione quotidiana di vitamina B6. (fonte www.benessereblog.it)

Frutta e Verdura contrastano Scompensi Psichici come Ansia e Depressione

Dall’Università di Melbourne arriva un motivo in più per scegliere un’alimentazione in cui frutta e verdura siano un impegno quotidiano: frutta e verdura agiscono contro ansia, depressione e disturbi psichici che colpiscono sempre di più le donne.

Una dieta con tanta di frutta e verdura fa bene alla salute dell’intero organismo, perché ricca di vitamine e sali minerali.

Lo studio ha analizzato i casi di più di 1000 donne tra i 20 ed i 93 anni, tenute sotto osservazione per 10 anni, sottoposte a test ed analisi per mettere in relazione il regime alimentare e la salute fisica e mentale.

La ricerca, pubblicata sull’American Journal of Psychiatry evidenzia come una dieta squilibrata e ricca di grassi possa portare a maggiori scompensi a livello psichico rispetto ad una dieta sana e ricca di frutta e verdura. (fonte sanisapori.ejnews.eu)

Olio di Sesamo

L’olio di sesamo è un olio vegetale, ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi oleosi della pianta del sesamo, privo di odore e con un sapore simile a quello della nocciola tostata viene utilizzato come condimento nell’alimentazione per condire a “crudo” insalate e verdure.

Molto fluido, si conserva a lungo grazie agli antiossidanti naturali in esso contenuti quali sesamola e sesamolina è l’olio ideale per massaggi. e impiegato largamente come olio vettore per il massaggio con olii essenziali e in cosmesi naturale per la preparazione di prodotto per la cura della pelle ad azione nutriente e emolliente e protettiva.

 

Olio di sesamo: proprietà e benefici

L’olio di sesamo è un olio molto proteico, contiene infatti oltre il 25% di proteine ricche d’aminoacidi essenziali (tra questi la metionina – che raramente si trova nei vegetali). Questo prezioso lipide possiede proprietà remineralizzanti perché ricco di sali minerali di origine vegetale, altamente disponibili per il nostro organismo, e acidi grassi insaturi.

Uso alimentare: Se utilizzato a crudo per condire piatti della cucina etnica o quelli appartenenti alla dieta mediterranea, si può usufruire della sua ricchezza di principi nutritivi. I semi di sesamo, e quindi l’olio da essi ottenuto, sono fonte di zinco, che svolge un’azione immunostimolante; di selenio dalle proprietà antiossidanti, di fosforo, potassio e magnesio molto utili per la crescita e per chi svolge attività sportiva o lavori intellettuali. Inoltre, l’elevato contenuto di omega 6 (acido linoleico) e omega 3 (acido linolenico), esercita un’azione preventiva dalle malattie cardiocircolatorie.

Corpo: l’olio di sesamo presenta ottime proprietà emollienti, antiossidanti e seborestitutive e viene assorbito facilmente da tutte le pelli anche da quelle più grasse. Inoltre è un eccipiente di largo uso in cosmetica e in farmacia, trova impiego soprattutto come componente lipidico per gli oleoliti (come quello di calendula o di iperico), le emulsioni o unguenti. L’olio di sesamo è inoltre particolarmente indicato per la formulazione di prodotti solari (fattore di protezione 4) perché protegge dal sole filtrando il 30% dei raggi UV.

 

Olio di sesamo: descrizione pianta

Sesamum indicum – Pedaliaceae

Pianta erbacea annuale che raggiunge i 50 (massimo 100) cm di altezza. Ha foglie lanceolate anche molto lunghe. I fiori sono bianchi e tubolari lunghi dai 3 ai 5 cm. I semi sono piccoli e bianchi. La zona d’origine della pianta è sconosciuta, ma numerose specie selvatiche nascono in Africa, altre in India. I semi utilizzati nell’alimentazione umana, vengono conservati, essiccati o tostati; a seconda del trattamento i semini appariranno bianchi o neri. (fonte www.cure-naturali.it)